FocusPrimo Piano

Bremer un lusso più di Dybala per questa Inter: la verità tra de Vrij e Skriniar

Bremer è il primo obiettivo dell’Inter in difesa, dove dovrebbe verificarsi il sacrificio di mercato più doloroso di questa sessione estiva. Il brasiliano del Torino non è ancora a Milano, proprio come Dybala. Al contrario, de Vrij e Skriniar figurano ancora nella rosa nerazzurra. Ed è questo il principale motivo che frena il doppio (importante) ingresso sull’asse Torino-Milano

I CONTI NON TORNANO – L’Inter e il Torino a breve discuteranno in maniera concreta del futuro di Gleison Bremer, obiettivo dichiarato del mercato nerazzurro. Il centrale difensivo brasiliano ha già salutato a modo suo il Torino (vedi video). E si è promesso da tempo all’Inter. Promessa che perderebbe di valore se le due società non trovassero l’accordo economico per il trasferimento di Bremer a Milano. Da tempo si racconta come l’operazione Bremer sia “slegata” da quella che coinvolge Milan Skriniar (vedi editoriale). Ma in che senso? A livello tecnico-tattico è corretto, perché Bremer non è l’indiziato numero uno per rimpiazzare – eventualmente – Skriniar. Peccato che a livello economico-finanziario non sia così. E anche in quanto a leadership, il classe ’97 brasiliano si candida a prendere in mano la difesa nerazzurra orfana del classe ’95 slovacco. Come far quadrare il cerchio in casa Inter senza far sfumare il colpo Bremer?

Bremer più complicato di Dybala-Inter senza uscite

I LIMITI NEL MERCATO – Al momento l’operazione Bremer rappresenta un lusso che l’Inter non può permettersi. Semplicemente perché, senza l’uscita di Skriniar, l’attuale numero 3 del Torino andrebbe a inserirsi in un reparto titolare già al completo. Tradotto: l’Inter non può investire 30-40 milioni per un centrale difensivo che, numericamente, sostituirebbe una riserva andata via a parametro zero, ovvero Andrea Ranocchia (vedi video). Non è sostenibile. Diventa sostenibile, però, se ad andar via fosse Stefan de Vrij anziché Skriniar. A quel punto, pur ricavando “solo” 10-15 milioni dall’addio del classe ’92 olandese, Bremer sarebbe sostenibile. Certo, servirebbe un altro sacrificio di mercato per rientrare dalla spesa, ma quello sarebbe un pensiero secondario. Il condizionale è d’obbligo perché al momento non ci sono offerte per de Vrij, che è in scadenza di contratto nel 2023. E per Skriniar non si segnalano ancora offerte soddisfacenti. Pertanto oggi Bremer per l’Inter è un lusso più di Paulo Dybala (vedi video). L’argentino può arrivare a parametro zero in un reparto che prevede un’uscita importante con le stesse modalità (Alexis Sanchez, ndr), il brasiliano invece costa. E anche tanto. Ranocchia non basta: de Vrij e/o Skriniar sono praticamente costretti a essere immolati dall’Inter per arrivare a Bremer. E pure a Dybala.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh