Focus

Brazao è di passaggio all’Inter: le ultime stagioni del portiere e possibile futuro

Brazao è tornato all’Inter dopo due stagioni in prestito in cui ha raccolto pochissimi minuti giocati, ma al momento non sta prendendo parte al ritiro agli ordini di Inzaghi. Nelle prossime settimane dovrebbe lasciare nuovamente Milano per andare a fare esperienza. Queste le sue ultime stagioni. 

DAL BRASILE ALL’ITALIAGabriel Brazao arriva in Italia il 31 gennaio 2019 dal Cruzeiro. Ad acquistarlo è il Parma, in un affare in sinergia con l’Inter. La società nerazzurra non aveva più slot disponibili per tesserare extracomunitari, quindi sono i Ducali a prelevare il portiere brasiliano classe 2000. Un affare sulla falsariga di quello che portò Julio Cesar all’Inter via ChievoVerona, che funge da “parcheggio”. Brazao rimane in Emilia fino al termine del campionato, senza però mai scendere in campo. Il 28 giugno passa quindi all’Inter, in un’operazione che porta Andrea Adorante al Parma. Con i nerazzurri Brazao sigla un contratto di cinque anni (scadenza 2024). Non rimane a Milano, nelle due stagioni successive va via in prestito con l’obiettivo di accumulare minuti ed esperienza.

DALL’ITALIA ALLA SPAGNA – Nel 2019/20, Brazao si trasferisce agli spagnoli dell’Albacete, in Segunda Division. Mette insieme appena 5 presenze in campionato e 2 in Copa del Rey, subendo 6 gol. Troppo poco per essere davvero valutato e mettere in mostra le proprie qualità. Non va diversamente nel 2020/21. L’Inter lo manda in prestito al Real Oviedo, sempre in Segunda Division. Qui le apparizioni in campo sono addirittura meno dell’esperienza precedente: 2 in campionato e 1 in Copa del Rey, ben 7 i gol subiti. Altra stagione da dimenticare, con pochi minuti collezionati e poche occasioni per far davvero vedere quanto vale tra i pali. Due prestiti che non fanno altro che aumentare i dubbi sul giovane portiere.

PROSSIMA DESTINAZIONE? – Brazao è di nuovo all’Inter, ma per ora è uno degli esclusi dal ritiro di Appiano Gentile (vedi articolo). Anche se non è da scartare l’ipotesi che possa aggregarsi nei prossimi giorni, appare comunque destinato a lasciare Milano. Il parco portieri è al completo. Samir Handanovic sarà ancora il titolare e il rientrante Alex Cordaz farà il terzo. Per quanto riguarda il secondo portiere, rimane incerta la posizione di Ionut Andrei Radu, che potrebbe essere ceduto in presenza di una buona offerta. Anche Filip Stankovic dovrebbe andare a farsi le ossa in prestito (vedi articolo). Per Brazao quindi per il momento non c’è spazio e gli ultimi due anni persi dimostrano che ha assoluta necessità di giocare. Va trovata una sistemazione che gli permetta finalmente di farlo. La leggenda nerazzurra Julio Cesar ha affermato più volte di considerarlo il suo erede. È arrivato il momento di dimostrarlo.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button