Focus

Bastoni strappa la carta d’identità: anche con Inzaghi conferma il suo status

Alessandro Bastoni inizia la nuova stagione con la maglia dell’Inter con uno Scudetto, un Campionato Europeo e molta consapevolezza in più. E anche sotto la guida di Inzaghi certifica il suo status.

VETERANOAlessandro Bastoni è l’elemento titolare più giovane della formazione dell’Inter. Infatti, pur essendo titolare inamovibile ormai da due anni, giova ricordare che il numero 95 è del 1999. Eppure quando indossa la maglia dell’Inter gioca ormai con la lucidità e la calma di un veterano. Persino contro il Verona, nonostante le incursioni taglienti di Davide Faraoni e compagni, Bastoni è sembra il più sereno del terzetto arretrato. E questo è un ottimo segnale, per l’Inter e per Simone Inzaghi.

Difensore e propulsore: Bastoni è un giocatore completo

LIBERO DI AVANZARE – Bastoni ormai non rappresenta più una sorpresa, si spera, dopo 76 presenze con la divisa nerazzurra. Quindi non ha fatto alzare troppi sopraccigli ieri quando, nel corso della ripresa, si è involato per l’ennesima volta in una cavalcata box-to-box che lo ha portato vicinissimo alla rete. Ci era quasi riuscito già contro il Genoa, ha voluto riprovarci a Verona: sperando che prima o poi riesca a battere a rete in questo modo, è sintomo di come Bastoni abbia grande fiducia nei propri mezzi e nei compagni. Inzaghi lo sa, e non ci tiene certo a limitarne i movimenti.

PROPULSIONE – Anzi, il tecnico usa i due difensori “esterni” (lui e Milan Skriniar) come primi propulsori di spinta. Ieri lo slovacco ha dovuto trattenersi, vista l’intraprendenza di Mattia Zaccagni dalla sua parte. Dello stesso avviso non è invece stato il numero 95. Che, come si vede, ha giocato più in appoggio ai centrocampisti che a difesa dell’area (la heatmap proviene da SofaScore):

Bastoni - heatmap Verona-InterGrazie a due maestri del presidio difensivo come Milan Skriniar e Stefan de Vrij, la crescita di Bastoni può procedere in modo organico senza pericolo. Semmai, emerge la curiosità di scoprire fin dove si spingerà il suo margine di miglioramento, considerando la giovane età e lo status ormai acquisito che lo vede nella top5 dei migliori difensori italiani.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button