FocusPrimo Piano

Bastoni si sente anche quando non c’è. Uno dei veri insostituibili dell’Inter

Bastoni è stato costretto a saltare Sampdoria-Inter per infortunio. Proprio a Genova si è visto quanto la sua presenza sia fondamentale per questa squadra, sia in difesa che in attacco. Il centrale mancino continua a crescere ed è ormai diventato un vero e proprio intoccabile della rosa di Inzaghi.

ALTERNATIVE – Contro la Sampdodia a Genova abbiamo potuto vedere all’opera due versioni dell’Inter senza Alessandro Bastoni. La prima è quella con Federico Dimarco al suo posto. Il classe ’97 si è disimpegnato bene in quello che non è propriamente il suo ruolo. A Verona con Ivan Juric, l’esterno cresciuto nel vivaio nerazzurro aveva già interpretato quella posizione, ma è ovvio che ripetersi con la maglia dell’Inter addosso sia più complicato. Quando ha dovuto abbandonare il campo, abbiamo visto la seconda versione della squadra di Simone Inzaghi senza Bastoni. Quella con Danilo D’Ambrosio al fianco di Milan Skriniar e Stefan de Vrij nel terzetto a protezione di Samir Handanovic. Il classe 88′ ha offerto una prestazione disastrosa a livello di costruzione e di qualità nelle giocate. È apparso molto incerto anche in fase difensiva, riscattandosi solo nel finale con il salvataggio sulla linea di porta.

Mai senza Bastoni

GIOCATORE COMPLETO – Se consideriamo che oltre a D’Ambrosio, le altre possibili alternative sono rappresentate da Aleksandar Kolarov, che non gioca in Serie A da tempo immemore (vedi approfondimento), e da un adattato Matteo Darmian, appare ancor più evidente quanto la figura di Bastoni sia di fondamentale importanza. Dimarco non ha sfigurato al suo posto, ma anche per un discorso di caratteristiche fisiche non può avere lo stesso impatto in campo del numero 95. Bastoni, oltre ad un piede educatissimo e una capacità di costruzione dal basso rara per un difensore, è anche in possesso di una forza fisica e di una progressione tali da renderlo un’arma difficilmente rimpiazzabile. La presenza sui calci piazzati, grazie alla sua stazza, è un altro elemento da non sottovalutare. Parliamo insomma di un difensore completo che permette alla squadra di avere più soluzioni di gioco e un’uscita dalla difesa molto più fluida, oltre a una maggiore solidità nel reparto arretrato. Tutto ciò rende Bastoni uno dei veri insostituibili di questa Inter e per un classe ’99 non è cosa da poco. Inzaghi spera di riaverlo già dalla sfida di Champions League contro il Real Madrid (vedi articolo).

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button