Focus

Barella altro assist in Sampdoria-Inter, ma serve più equilibrio

Nicolò Barella piazza il suo terzo assist stagionale in Sampdoria-Inter, al termine di una bellissima azione. Ma il numero 23 è ancora lontano dal suo picco di rendimento.

TERZO ASSIST – Con il bel traverso per Lautaro Martinez, che vale il momentaneo 1-2 in Sampdoria-Inter, Nicolò Barella sale a quota tre assist in questo avvio di stagione. Ognuna delle prime tre uscite stagionali nerazzurre vede un passaggio decisivo del numero 23. Contro il Genoa uno splendido colpo di tacco per Arturo Vidal, e contro il Verona lo spunto decisivo per il gol di Joaquin Correa che chiude i conti. Tuttavia non dovrebbe più essere una sorpresa la dote di Barella nel servire passaggi smarcanti ai compagni: basti ricordare che ha chiuso la stagione scorsa a quota 10 assist (vedi focus). Tuttavia la versione del miglior Barella è ancora (fisiologicamente?) lontana.

Barella in continua evoluzione, ma ancora aspetti da sgrezzare

RIPOSO MERITATO – Nonostante la stagione dell’Inter sia appena iniziata, è plausibile che Barella non sia ancora al massimo della condizione fisica. Il numero 23 nerazzurro viene da 3.738 minuti giocati nella stagione 2020/21, che ne fanno il giocatore di movimento dell’Inter più impiegato. E, a questi, si devono aggiungere altri 1.390 minuti giocati con la Nazionale dell’Italia. Barella ha 24 anni, quindi i problemi di recupero non gli appartengono. Tuttavia il suo calcio è estremamente dispendioso dal punto di vista energetico, e il 23 deve ancora trovare il giusto equilibrio nel dosare le forze.

SERVE EQUILIBRIO –  L’azione di Barella che si chiude con l’assist per Lautaro Martinez è l’highlight della sua partita. Una corsa di quaranta metri in cui controlla perfettamente il pallone e gli avversari, che non riescono a fermarlo. Si tratta tuttavia di un picco nella prestazione del centrocampista, che è stata molto sottotono in alcuni momenti della gara (vedi pagelle). Barella ha ancora ampissimi margini di miglioramento nelle capacità di controllo dei ritmi di gioco e degli interventi: aspetti che Simone Inzaghi dovrà aiutarlo a sgrezzare, così da fargli completare il più velocemente possibile la sua (naturale) evoluzione.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button