Ausilio, caos sul suo futuro all’Inter: 2 squadre su di lui e 4 possibili eredi

Articolo di
28 febbraio 2019, 14:23
Piero Ausilio

Ausilio e l’Inter sono ogni giorno più vicini o lontani in base alle notizie che si rincorrono sul suo futuro, da adesso strettamente legato a quello di Marotta, che inizia a valutare i migliori profili in caso di sostituzione del direttore sportivo in estate

CERCANDO UN PARATICI – L’arrivo di Beppe Marotta in qualità di Amministratore Delegato Sport all’Inter ha messo in discussione tutti i profili sotto contratto con la società nerazzurra, anche i dirigenti, compresi quelli storici. Per questo motivo il futuro nerazzurro di Piero Ausilio non è più così certo. Marotta, come noto, certa il suo “Fabio Paratici interista”, ovvero un direttore sportivo che sposi appieno la sua linea per quanto riguarda il progetto tecnico da portare a termine sul mercato. E l’esperienza nella Genova blucerchiata e alla Juventus ne dimostra l’importanza.

IDEE PER AUSILIO – Negli ultimi giorni le notizie sul futuro di Ausilio sono contrastanti, perché si va da un addio certo in estate a un clamoroso rinnovo imminente con prolungamento del contratto per un’ulteriore stagione sportiva, fino al 30 giugno 2021, proprio come Marotta. In caso di separazione dall’Inter, però, non sembrano mancare le alternative, soprattutto in Italia, dove potrebbero verificarsi diversi incastri: la Roma sta pensando ad Ausilio in caso di addio di Monchi (destinazione Arsenal), ma sul taccuino giallorosso c’è anche Massimiliano Mirabelli, “amico-nemico” dell’attuale DS interista; l’alternativa sarebbe la Sampdoria, dove Ausilio potrebbe sostituire l’ex “tutor” Walter Sabatini (ipotesi Bologna per lui).

EREDI PER L’INTER – Qualora Ausilio lasciasse l’Inter in estate, Marotta non starebbe di certo a guardare e ha già pronta più di una carta da giocarsi per il suo nuovo “Paratici”: il primo nome sulla lista è quello di Riccardo Pecini, attuale direttore generale dell’Empoli, molto apprezzato dall’AD Sport nerazzurro; segue quello di Daniele Faggiano, DS del Parma e curiosamente in ottimi rapporti proprio con Ausilio; un altro nome, sicuramente più utopistico, porta ad Andrea Berta, DS dell’Atletico Madrid tanto silenzioso quanto competente; infine, come in ogni situazione simile, non è da escludere un altro nome a sorpresa (il celebre “Mister X“, ad esempio Cristiano Giuntoli, DS del Napoli?) sulla lista di Marotta per il post-Ausilio.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE