Atalanta-Inter 0-2, cinque dati statistici che potresti non sapere

Articolo di
2 Agosto 2020, 09:10
D'Ambrosio Lautaro Martinez Atalanta-Inter
Condividi questo articolo

Atalanta-Inter fa chiudere la squadra di Conte al secondo posto: non succedeva dal 2011, un netto miglioramento rispetto alle ultime stagioni. Dallo 0-2 di ieri a Bergamo ci sono però tanti altri numeri che certificano come il campionato non sia poi così negativo.

ZERO – I gol segnati al primo minuto in questa Serie A prima di quello di Danilo D’Ambrosio che ha aperto le marcature in Atalanta-Inter. Il difensore ha segnato quindi la rete più rapida di questo campionato, a meno che non ce ne siano più veloci nelle cinque partite rimanenti, dopo appena cinquanta secondi dal calcio d’inizio.

DUE – Le vittorie esterne negli ultimi undici Atalanta-Inter. Oltre allo 0-2 di ieri la precedente vittoria a Bergamo era datata 15 febbraio 2015, 1-4.

DUE – Le partite consecutive a segno per D’Ambrosio, capace di sbloccare sia Atalanta-Inter sia il 2-0 al Napoli di martedì. Al difensore campano era già successo il 3 e 9 aprile 2017 (nei KO per 1-2 contro Sampdoria e Crotone) e il 14 e 22 settembre 2013 (col Torino, a Milan e Bologna).

SEDICI – Gli anni dopo cui la miglior difesa non è anche la squadra che vince la Serie A. L’ultima volta era capitato nella stagione 2003-2004 (ancora a diciotto squadre), con la Roma seconda che aveva subito cinque gol in meno del Milan campione (diciannove contro ventiquattro). All’Inter non capitava, di conseguenza, dal 2009-2010.

OTTANTADUE – I punti conseguiti dall’Inter in questa Serie A. Mai era successo, con i tre punti a vittoria, che i nerazzurri ne facessero così tanti senza vincere il campionato. Anche qui, ovviamente, non succedeva dal 2009-2010.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE