Focus

L’Atalanta di Gasperini è partita piano, ma ha un sistema solido e opzioni

L’Atalanta di Gasperini è ormai una realtà consolidata della Serie A. Il tecnico continua col suo 3-4-3 molto aggressivo, quest’anno con nuovi innesti interessanti. Nonostante un inizio con qualche passo falso.

TATTICA – Il modulo di riferimento di Gian Piero Gasperini è il 3-4-3, che spesso varia fra 3-4-2-1 e 3-4-1-2. In questo inizio di stagione il tecnico sta sfruttando un tridente con due trequartisti allargati, ovviamente uno sul centrodestra e uno sul centrosinistra, dietro a una prima punta. Fin qui sempre Duvan Zapata, dato l’infortunio di Luis Fernando Muriel che salterà pure Inter-Atalanta (vedi convocati). Questi cercano scambi corti e triangoli con gli esterni, da sempre centrali nello sviluppo della manovra del tecnico, in modo da dare più opzioni negli ultimi metri.

STATISTICHEL’Atalanta di Gasperini per il momento non sta brillando per numeri offensivi, ma in compenso è la terza miglior difesa della Serie A con 4 gol subiti. Nerazzurri vulnerabili nel finale dei tempi: dei gol incassati due sono arrivati tra il 30′ e il 45′, uno tra il 75′ e il 90′. La squadra è particolarmente efficace in trasferta: lontano da Bergamo 2 partite e 2 vittorie. José Luis Palomino è primo in tutta la Serie A per recuperi con 61, Remo Freuler è terzo per km percorsi con 11,51, menre Ruslan Malinovskyi è primo per falli subiti con 18.

DETTAGLI – La struttura dell’Atalanta è ormai nota da anni, quindi parliamo dei nuovi innesti. Juan Musso in porta si sta confermando uno dei migliori portieri del campionato. Coinvolto anche nell’impostazione bassa, soprattutto coi lanci (7,8 a partita) o a cambiare gioco, oppure a cercare di saltare le linee in verticale. Merih Demiral, arrivato in sostituzione di Cristian Romero, è il nuovo centrale di riferimento. Non è però ancora ai livelli del suo predecessore né come presenza né come coinvolgimento nel gioco. Teun Koopmeiners aggiunge alla rosa l’opzione di un mediano di regia, abile anche a cercare i giocatori in profondità coi lanci. Davide Zappacosta non è esattamente una novità, ma porta a Gasperini un’opzione a destra che fornisce un contributo fisico e tecnico.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button