3 appunti su Lecce-Inter: Barella, l’attacco spento e il ritmo bloccato

Articolo di
20 Gennaio 2020, 08:41
Condividi questo articolo

La rubrica “3 appunti” pone l’attenzione su tre aspetti singolari di una partita. La prestazione di un singolo giocatore, una rete, o un dato statistico: tre cose da porre in risalto. In Lecce-Inter risalta la prestazione di Nicolò Barella, il migliore in campo dei nerazzurri. Il baricentro basso dei giallorossi e l’elevata densità in area hanno poi bloccato il ritmo, frenando la coppia d’attacco dell’Inter.

1. BARELLA ONNIPRESENTENicolò Barella è stato uno dei migliori giocatori di Lecce-Inter. In una partita bloccata, dove Fabio Liverani ha costruito una doppia linea di 8 uomini estremamente compatta e abbassata, il numero 23 nerazzurro è stato l’unico ad avere la giusta esplosività. Barella è stato l’unico degli undici nerazzurri a tentare di scardinare la saracinesca pugliese, soprattutto attraverso strappi e affondi rivolti negli ultimi 20 metri. Purtroppo, non è stato sufficiente per innescare la coppia d’attacco.

2. POLVERI BAGNATE – Giornata di riposo per Romelu Lukaku e Lautaro Martinez nella trasferta di Lecce-Inter. I due attaccanti nerazzurri si sono cercati in diverse occasioni ma, tolti 4 tiri dalla distanza del Toro, non hanno impensierito Gabriel. Soprattutto l’attaccante belga è parso vittima dell’avvolgente manovra di contenimento costruita dalla retroguardia giallorossa. Entrambi hanno provato a danzare sulla linea di difesa, ma i continui raddoppi hanno vanificato ogni intenzione.

3. RITMO RALLENTATO – In Lecce-Inter il tecnico dei padroni di casa, Liverani, ha abiurato in pieno il suo credo tattico. Il 3-5-2 iniziale poteva sembrare il modulo ideale per rispecchiare l’Inter e metterla in difficoltà alla pari. In realtà, si è presto trasformato in un 5-3-2 magnetico che ha attirato e poi immobilizzato i nerazzurri nella trequarti giallorossa. Un piano gara che ha inibito e annullato ogni velleità offensiva dell’Inter.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE