Taglio stipendi, interviene la FIFA. Nuova norma per i contratti in scadenza – CdS

Articolo di
27 Marzo 2020, 09:23
Gianni Infantino presidente FIFA
Condividi questo articolo

Taglio stipendi per i calciatori? Interviene la FIFA, il presidente Infantino è stato chiaro. Allo studio anche una norma che allunghi i contratti in scadenza. Di seguito la notizia riportata dal “Corriere dello Sport”.

TAGLIO STIPENDI – I club di tutto il mondo – non solo in Italia o in Europa – chiedono il taglio stipendi dei propri calciatori, chiaramente per quanto riguarda il periodo di inattività. In questo senso è intervenuta la FIFA, in particolare il presidente Infantino, che ha fatto capire di essere d’accordo, proponendo un’idea che fa riferimento ai mesi di inattività considerati vacanze per i giocatori (aprile e maggio): per questo motivo non dovranno essere pagati per le loro prestazioni nei mesi di giugno e luglio, quando sarà prevista la ripartenza dei campionati.

CONTRATTI IN SCADENZA – È polemica anche sul tema contratti in scadenza, in riferimento agli stipendi, per questo motivo è allo studio una nuova norma, come riportato dal quotidiano romano: “norma che allunghi i contratti in scadenza al 30 giugno fino alla disputa dell’ultima gara del 2019-20 senza aumentare gli emolumenti. Su questo tema l’Eca, l’associazioni delle principali società europee, e la Fifpro, il sindacato dei calciatori, non sono d’accordo perché i giocatori vorrebbero un prolungamento di default e alle stesse cifre, mentre i proprietari puntano a trattare singolarmente. Sullo sfondo resta inoltre il tema dei tagli sul quale la Fifa vuole intervenire con un’indicazione forte sulla decurtazione dei mesi senza calcio giocato e allenamenti”.

Fonte: Corriere dello Sport.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE