Pausa Nazionali riformata, un provvedimento che potrebbe rimanere – TS

Articolo di
3 Aprile 2020, 10:12
Lautaro Martinez Iraq-Argentina
Condividi questo articolo

“Tuttosport” sottolinea che i cambiamenti per la pausa Nazionali potrebbero diventare permanenti. Una sosta in meno, tre partite alla volta.

RIMEDI NON PROVVISORI – Alcuni dei rimedi che il governo del calcio mondiale sta individuando per rimodulare il calendario di fronte all’emergenza pandemica globale, potrebbero essere applicati anche quando sarà tornata la normalità. Vale soprattutto per le finestre delle Nazionali ampliate da due a tre partite in modo da incastrare le competizioni dei prossimi due anni che continueranno a risentire del forzato stop attuale. Questa nuova formula consentirebbe di avere quattro momenti dedicati alle Nazionali nel calendario internazionale (per qualificazioni e amichevoli), anziché cinque come adesso.

VANTAGGI – Lasciando invariata la finestra di giugno, che arriva al termine della stagione dei club, le pause dei campionati durante la stagione scenderebbe da quattro a tre. Questa modifica garantirebbe molti vantaggi a società e giocatori su temi dei quali si parla sempre più spesso, con l’aumentare della frequenza degli impegni agonistici. I giocatori risparmierebbero un tour in giro per Europa, Africa, Asia o America. Il beneficio ovviamente sarebbe maggiore per i calciatori extra-europei che potrebbero sobbarcarsi qualche volo intercontinentale in meno (tema caro anche alla Fifpro). Sarebbero contenti i club che non vedono mai di buon occhio queste partenze dei loro tesserati. E si liberebbero una settimana durante la stagione per decongestionare il fitto calendario, un altro fattore sempre più al centro del dibattito.

PROBLEMI – L’unica controindicazione di questo ampliamento da due o tre partite delle finestre per le Nazionali è data dalla compressione delle partite e dalla necessaria estensione del periodo di rilascio. Adesso le partite si disputano da giovedì a martedì. In questa fase transitoria invece si andrà in campo da mercoledì a mercoledì. Sarebbe necessario compilare con attenzione geografica il calendario dei gironi di qualificazione per evitare che una Nazionale debba volare due volte da una parte all’altra del continente nel giro di una settimana. E l’estensione potrebbe costringere a trovare incastri più complessi negli anticipi e posticipi dei campionati nazionali ma i pro dovrebbero comunque essere superiori ai contro. Si capirà nei prossimi mesi se davvero questa innovazione resterà anche dopo la fine della pandemia. I pareri favorevoli non mancano.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE