Lazio, Pulcini (responsabile sanitario): “Partitella? Se è vero mi dimetto”

Articolo di
14 Maggio 2020, 15:37
Condividi questo articolo

La Lazio avrebbe violato le regole del DPCM svolgendo una partitella tre contro tre a Formello (vedi articolo). Il responsabile sanitario del club bianconceleste, Ivo Pulcini, ha cercato di buttare acqua sul fuoco ai microfoni di “Radio Punto Nuovo”. Di seguito le sue dichiarazioni, riportate dal “corrieredellosport.it”

SMENTITA IN ARRIVO – In casa Lazio è scoppiato il caso in seguito alle presunte violazioni del DPCM riguardo agli allenamenti. Ivo Pulcini, responsabile sanitario, assicura che arriverà presto una smentita: «Ho letto della questione della Lazio e cerco di vigilare, perché se fosse vero potete immaginare le conseguenze. Sono stato smentito e credo ci sia una smentita ufficiale sulla presunta partitella di ieri. Per giunta la foto è vecchia. Non è compito mio, mi sono solo preoccupato di sapere se fosse vero o falso. Non corrisponde alla verità ed arriverà una comunicazione da parte della società. Un medico non può fare da balia, perché confido nel senso di responsabilità che i giocatori hanno avuto fin dall’inizio».

CONSEGUENZE – Pulcini spiega cosa farebbe nel caso in cui fosse vero: «Se fosse vero? Se la situazione sfugge al mio controllo, sarei costretto a dimettermi. Mi assumo le mie responsabilità, ma se sfuggono al mio controllo, come posso? Non sono l’unico medico, c’è tutto uno staff con cui lavoro in totale sintonia e le decisioni le prendiamo collegialmente come giusto che sia. A spada tratta ho difeso la figura del medico, la ripresa degli allenamenti. Se devo essere responsabile non posso diventare irresponsabile, se diventa legge non posso andare fuori legge. Finché si tratta di raccomandazioni o proposte, ho il diritto di dire ciò che penso».

MEA CULPA – Pulcini conclude: «Ieri non c’ero, avevo altro da fare. Siamo quattro medici e come direttore sanitario non vado spesso come gli altri a vedere, sebbene sappia sempre ciò che accade e mi assicurano che vengono rispettate le leggi. Se quel che è stato fatto è fuori legge, faccio mea culpa da parte mia e di tutti. Sono felice della task force di controllo, è importante venga fatto. Vuol dire essere tutelati».




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.