La Figc vuole giocare, si va verso partite ogni 72 ore – TS

Articolo di
3 Aprile 2020, 09:48
Gabriele Gravina presidente FIGC
Condividi questo articolo

“Tuttosport” riporta che la Figc vuole portare a termine la stagione, come la Uefa. Si va quindi verso partite a ritmi folli.

STOP E RIPRESA – Di fronte alla Figc e a tutte le componenti del calcio riunite virtualmente in via Allegri, il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha tenuto un profilo istituzionale e lineare senza scivolare in contraddizioni rispetto ai provvedimenti del Governo. Fino al 13 aprile non si discute (e ieri la Figc ha sospeso con provvedimento urgente ogni attività agonistica e pure i termini della Giustizia sportiva) e poi si vedrà. Con la garanzia che ogni attività sarà supervisionata dal Comitato scientifico della Federazione. Poi, certo, se tutto dovesse filare per il verso giusto si può azzardare l’inizio degli allenamenti collettivi intorno ai primi di maggio e la ripresa del campionato il 24 o il 31 dello stesso mese.

Ma, appunto, si tratta di ipotesi. Di sicuro la Figc e la maggioranza dei club vogliono chiudere la stagione anche a costo da andare avanti a luglio, se si dovesse iniziare più tardi. A costo di giocare a tappe forzate di una gara ogni 72 ore come previsto dalla road map dell’Uefa che ha già ottenuto l’ok dal sindacato mondiale dei calciatori. E ieri anche Damiano Tommasi ha ribadito che «Giocare in estate non sarebbe certo un problema». Per ora, però, non si è ancora accennato ufficialmente a ritiri blindati, tamponi o campi neutri: ne parlano i presidenti, legittimamente frustrati dalla forzata inattività. E la fantasia vola.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE