Iaquinta, l’ex Juventus condannato a 2 anni per ‘ndrangheta: le motivazioni

Articolo di
31 ottobre 2018, 15:26
Iaquinta

Brutte notizie per l’ex attaccante di Juventus e Italia Vincenzo Iaquinta. È stato infatti condannato a 2 anni per il processo di ‘ndrangheta “Aemilia”. Ecco i dettagli riportati da TGCom24

CONDANNA – “Per lui la Dda aveva chiesto sei anni per reati relativi alle armi con l’aggravante mafiosa. Il padre dell’ex calciatore, Giuseppe, accusato di associazione mafiosa, è stato condannato invece a 19 anni. «Vergogna, ridicoli», hanno urlato nell’aula del tribunale padre e figlio alla lettura della sentenza.  stata pienamente conclamata l’esistenza di una ‘ndrina attiva da anni in Emilia e nel Mantovano con epicentro a Reggio Emilia, diretta emanazione della cosca Grande Aracri di Cutro, ma autonoma e indipendente da essa”.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE