ESCLUSIVA – Venerato: “Inter resta al progetto Modric. Candreva seguito”

Articolo di
14 novembre 2018, 23:22
Ciro Venerato

Ciro Venerato, giornalista di Rai Sport ed esperto di calciomercato, è stato intervistato in esclusiva dal Direttore Responsabile di Inter-News.it, Paolo Ferri. In vista della sessione invernale di gennaio si è parlato di cosa può succedere all’Inter, fra il sogno Luka Modric ancora non del tutto sfumato e le voci su un addio di Antonio Candreva.

Si avvicina la finestra di mercato, c’è una pausa di campionato e logicamente si parla di mercato. Per quanto riguarda l’Inter c’è una curiosità sul discorso Candreva, ci sono possibilità che a gennaio ci sia qualche movimento che lo riguardi?

Il calciatore piace, è seguito all’estero soprattutto e ci saranno valutazioni in corso. A oggi Luciano Spalletti non vorrebbe privarsene, conterà anche la volontà del ragazzo assistito da Federico Pastorello: quest’estate, nell’operazione Keita Baldé Diao, l’Inter lo stava coinvolgendo ma capì che il calciatore non voleva lasciare Milano, si sentiva utile al progetto e infatti è rimasto. Da qui a gennaio mancano ancora diverse partite dopo la sosta che saranno sicuramente importanti, fra queste sicuramente spicca Juventus-Inter, credo che poi a fine dicembre ci saranno valutazioni e capiremo se Antonio Candreva andrà via o meno. È tutto ancora aperto e non posso escludere né l’una né l’altra pista, al di là delle dichiarazioni di facciata che possono rilasciare il giocatore, i dirigenti e il suo agente.

Cosa si muove, al di là di Candreva, in generale attorno all’Inter? Quali sono i nomi passibili di movimento?

L’Inter fondamentalmente è rimasta al progetto Luka Modric, cioè manca un giocatore con quelle caratteristiche a centrocampo. Non sarà Modric a gennaio, è più un’operazione eventualmente da poter derubricare a giugno e non è detto che vada bene. Pensare che l’Inter possa tornare su Modric a giugno non è fallace, a gennaio potrebbero esserci altre soluzioni magari tampone: ci sono ottimi rapporti con l’agente di Radja Nainggolan, Alessandro Beltrami, che gestisce Nicolò Barella e quello è un altro profilo che sicuramente piace molto. Si parla anche molto di Sandro Tonali, che è un vecchio pallino del futuro Amministratore Delegato dell’Inter Giuseppe Marotta, che lo voleva già portare alla Juventus qualche mese fa ed è probabile che, così come ne parlò all’epoca con Roberto La Florio che è l’agente, magari ne sta riparlando anche adesso, assieme a Piero Ausilio, per cercare di portarlo a gennaio. Per Tonali c’è sempre Massimo Cellino (presidente del Brescia, ndr), bottega cara: se Tommaso Giulini (presidente del Cagliari, ndr) spara cinquanta-cinquantacinque milioni per Barella, Cellino mi risulta stia sui trenta-trentacinque.

Ringraziamo Ciro Venerato per la disponibilità mostrata nell’intervista. La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è consentita solo previa citazione della fonte Inter-News.it.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE