Esclusiva Inter-News.itPrimo Piano

ESCLUSIVA IN – Renzetti (pres. Lugano): «Inter, ormai un’abitudine! Test sul pubblico, gioca Ba»

L’Inter debutterà in amichevole sabato (ore 20.30) al Comunale di Cornaredo contro il Lugano, in una sfida ormai classica dell’estate nerazzurra. Inter-News.it ha intervistato in esclusiva il presidente del club ticinese, Angelo Renzetti, per presentare l’appuntamento che aprirà la stagione.

Presidente Renzetti, è il quarto anno che l’Inter apre la stagione col Lugano. Si può dire sia un appuntamento benaugurante per entrambi i club?

Sicuramente, poi adesso è diventata un’abitudine. Siamo molto contenti di poterci sempre confrontare con l’Inter, che ci sia questa sorta di gemellaggio.

La piacevole novità per sabato sarà il rientro del pubblico al 100%. Le modalità che state attuando (vedi articolo) pensa possano valere anche per la Serie A?

Questo è un esperimento, perché è la prima volta che lo facciamo. Con la vendita dei biglietti siamo però ancora sotto le aspettative, anche perché c’è tanta gente che non ha voglia di fare il tampone o magari non ha fatto la vaccinazione. Ci sono ancora un po’ di remore, non credo ci sarà il tutto esaurito. È una modalità nuova, che per noi varrà anche in campionato.

Per il Lugano sarà l’ultima amichevole, per l’Inter la prima. Cosa dobbiamo aspettarci in campo da parte vostra?

Per noi è tutta una novità. Abbiamo cambiato allenatore, ci sono diversi innesti in squadra. C’è un atteggiamento di gioco completamente nuovo, un po’ rischioso per il campionato, che vorremmo comunque collaudare. Lasciamoci sorprendere, per ora l’obiettivo non è arrivare nelle coppe europee ma vediamo di riuscire a completare la squadra. In quel caso potremmo anche sognare.

Quest’anno vi presentate con due grandi nomi, Demba Ba in attacco e Abel Braga in panchina.

Demba Ba qualche minuto lo farà sabato, anche se è ancora indietro atleticamente. È comunque un giocatore di presenza in campo, però deve ancora lavorare una ventina di giorni per essere quello che conosciamo. Hanno avuto entrambi un impatto buono: hanno in comune di essere delle bravi persone. Braga ha una grande personalità, è autorevole e allo stesso tempo molto seguito dai ragazzi. Ba è ascoltato e rispettato nello spogliatoio, hanno entrambi argomenti ed esperienza giusti per il gruppo.

Come vede la nuova Inter che sta nascendo?

Penso che sarà ancora una squadra interessante. Forse cambierà qualcosa nel gioco, con la partenza di Hakimi, però magari a volte i cambiamenti negli stimoli possono portare delle cose belle.

Visti i buoni rapporti che ha con la società potrebbero esserci dei movimenti di mercato fra Inter e Lugano?

In questo momento qui è difficile, perché noi abbiamo già una rosa abbastanza lunga. Poi, con l’arrivo di Braga, ci stanno proponendo dei ragazzi brasiliani e non possiamo prenderli tutti. Per avere una rosa competitiva dobbiamo fare ancora due entrate che abbiamo già individuato. Poi mai dire mai.

Nel campionato svizzero troverà come avversario un prodotto del settore giovanile dell’Inter: Esposito al Basilea.

Esposito lo conosco, mi ha lasciato una buona impressione l’anno scorso quando abbiamo giocato in amichevole. L’abbiamo anche un po’ seguito, perché poteva entrare nelle nostre corde, ma so che ha avuto un iter un po’ complicato l’anno scorso fra SPAL e Venezia. È stato sotto le aspettative, però ha tante risorse.

Si ringrazia il presidente Angelo Renzetti per la disponibilità mostrata nell’intervista.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button