ESCLUSIVA – Materazzi: “Giroud? Vi spiego. Lautaro Martinez? Inter un punto d’arrivo”

Articolo di
27 Giugno 2020, 21:36
Condividi questo articolo

Matteo Materazzi, procuratore sportivo e fratello dell’ex bandiera nerazzurra Marco, intervistato in esclusiva dalla redazione di Inter-News.it ha parlato dell’operazione Olivier Giroud: insieme ad Antonini e Morabito è stato uno degli intermediari dell’operazione tra il francese e l’Inter. Poi ha detto la sua riguardo il progetto, il futuro di Lautaro Martinez, Hakimi e Chiesa.

SU GIROUDMatteo Materazzi, insieme agli agenti Vincenzo Morabito e Luca Antonini, ha fatto da tramite tra l’agente di Olivier Giroud, Michael Manuello, e l’Inter, per quanto riguarda il suo possibile arrivo a Milano. Ecco com’è andata: «Intanto tengo a specificare che della trattativa se ne è occupato l’agente di Olivier Giroud, cioè Michael Manuello. Io, Morabito e Antonini abbiamo fatto da intermediari con l’Inter. C’erano i presupposti per chiudere il tutto venti giorni prima della chiusura del mercato, dopo di che l’Inter aveva un problema legato a Matteo Politano che stava per passare alla Roma».

L’INTOPPO – Materazzi racconta: «Intanto che l’Inter trattava con i giallorossi, il Chelsea si è trovato in difficoltà con il solo Giroud in attacco. È stata una questione di tempi: quando si poteva chiudere con il Chelsea, l’Inter non poteva perché doveva occuparsi di alcune operazioni di mercato. Nel momento in cui poi era pronta per fare l’operazione il Chelsea ha bloccato tutto. Giroud non ha rinnovato, il club ha voluto esercitare l’opzione per un altro anno e lo ha esercitato. L’Inter ancora su Giroud? Stimano il giocatore, noi siamo pronti ad aiutare sia l’Inter sia Giroud per portare avanti l’operazione».

OLTRE GIROUD – Matteo Materazzi, da agente, dice la sua riguardo l’interesse del Barcellona per Lautaro Martinez: «Quando ti chiama il Barcellona e ha la possibilità di spendere tutti questi soldi, l’affare non lo fa solo il Barcellona o il calciatore ma lo fa anche l’Inter. Se davvero se lo sente consiglierei a Lautaro Martinez di andare al Barecellona e sfruttare l’occasione altrimenti rimarrebbe all’Inter con il rimpianto. L’Inter non è un punto di partenza ma un punto di arrivo, consiglierei questo a lui e alla società».

HAKIMI-CHIESA – Materazzi prosegue sulle altre situazioni di mercato: «IFederico Chiesa e Achraf Hakimi? Sono profili molto importanti, che sia uno o l’altro questo dimostra che l’Inter è una società che ha fame di vittoria e possibilità economica. Piero Ausilio ha lavorato molto bene negli ultimi due anni prendendo giocatori a parametro zero secondo me fortissimi: vedi Stefan de Vrij vedi Kwadwo Asamoah. Anche lo stesso Christian Eriksen, che alcuni hanno criticato, ma è un giocatore che ti fa fare il salto di qualità. L’Inter non ha paura di spendere soldi per aggiudicarsi un giocatore, negli ultimi due-tre anni ha lavorato da top club e lo ha dimostrato. Basti vedere gli acquisti che ha fatto e confrontarli con quelli che ha fatto il Milan, stessa città, stesso club glorioso, ma gli acquisti a differenza dei rossoneri sono stati mirati».

RINFORZI – Materazzi conclude parlando del reparto difensivo e consiglia alcuni possibili acquisti, soprattutto a centrocampo: «Rinforzare la difesa? Per me sia Milan Skriniar che de Vrij sono fortissimi, fai fatica a sistemare l’Inter dietro. Dietro ha il portiere più forte del campionato. Prossimo acquisto? Fossi in loro prenderei subito qualche giovane tipo Chiesa, Nicolò Zaniolo o Lorenzo Pellegrini».

Si ringrazia Matteo Materazzi per la disponibilità mostrata nell’intervista. La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è consentita solo previa citazione della fonte (Inter-News.it) e inserendo il link al contenuto originale.

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE