Esclusiva Inter-News.itPrimo Piano

ESCLUSIVA IN – Di Michele: «Inter, ti spiego le insidie dal Lecce! Inzaghi più pressioni»

In vista di Lecce-Inter, prima giornata di campionato, Inter-News.it ha intercettato l’ex attaccante giallorosso David Di Michele. Con Di Michele – oggi tecnico del Frosinone Under-17 con un passato da calciatore di Lecce, Salernitana, Udinese, Palermo e West Ham – è avvenuta una piacevole discussione tecnico-tattica in merito a Lecce-Inter, anticipo serale in programma al “Via del Mare”. Di seguito l’intervista esclusiva a David Di Michele

Di Michele, domani ci sarà Lecce-Inter, prima giornata di campionato. Dove i salentini potrebbero creare le maggiori insidie ai nerazzurri?

Il Lecce può creare le insidie all’Inter sulla voglia e l’entusiasmo. Sul fatto che sono tutti ragazzi giovani di grandi prospettive ed essendo la prima partita, sempre difficile per le grandi squadre, può avvantaggiare le squadre “più piccole”. Queste hanno voglia di mettersi in evidenza. Anche la condizione fisica della preparazione può incidere parecchio rispetto a quella dei giocatori dell’Inter, che magari sono tutti di grande stazza e potrebbero fare più fatica a metabolizzare i lavori. Magari il Lecce, che è più brevilineo, potrebbe mettere in difficoltà l’Inter.

Inter e Lecce sono reduci da un precampionato complesso. Tanti gol ma anche tanti subiti. Secondo Di Michele ci si può aspettare un match ricco di gol?

Sicuramente il Lecce ha preso tanti gol ma anche l’Inter. Però sono tutte partite non veritiere, con tanti carichi di lavoro. C’era meno tensione, soprattutto sulla pesantezza del risultato. I tre punti incidono parecchio sulle prestazioni e quindi penso che sarà una bella partita, che entrambe vorranno vincere per mettersi in mostra. Sia il Lecce davanti ai propri tifosi sia l’Inter, perché inizierebbe con un passo positivo rispetto alle altre.

Su quale giocatore l’Inter dovrà fare più attenzione?

Penso che l’Inter debba fare attenzione al gruppo del Lecce. Sì, il singolo può mettere in difficoltà ma alla fine è proprio il collettivo a incidere. I giallorossi hanno però due giocatori come Federico Di Francesco e Gabriel Strefezza che hanno grande velocità e grande tecnica. Sicuramente possono dare maggior fastidio.

Di Michele, lei ha giocato due stagioni a Lecce, siglando 22 gol in 72 partite. Com’è giocare al Via del mare soprattutto in partite di questo cartello?

In partite come queste le sensazioni sono le più belle! La prima partita del nuovo anno contro una grande squadra come l’Inter ti mette nelle condizioni di esprimerti al meglio e al massimo delle tue potenzialità, sapendo che dall’altra parte c’è pur sempre una grande squadra che ti può mettere in difficoltà in qualunque momento. Il pubblico, però, può aiutare il Lecce.

Di Michele, da ex attaccante, che ne pensa della coppia gol dell’Inter? Lautaro Martinez-Romelu Lukaku è la più forte del campionato?

Al momento sì. La vedo la più affiatata, la più forte fisicamente. Poi Lukaku e Lautaro Martinez si conoscono ormai da anni e, anche se poi il belga è andato via, sono due giocatori che insieme hanno fatto tantissime cose. Hanno vinto uno Scudetto, hanno fatto moltissimi gol entrambi. Quindi penso che oggi come oggi sia la coppia che faccia più paura.

Secondo lei, Simone Inzaghi avrà più pressioni quest’anno dopo il mancato scudetto dello scorso anno?

Sicuramente avrà più pressione perché magari la Juventus si è rafforzata, la Roma pure, il Milan si è rinforzato – tra virgolette – ma sono sempre gli stessi uomini dello scorso anno che hanno vinto lo Scudetto. Quindi devono difenderlo. Lo scorso anno l’Inter ha perso una grande chance, però credo che sarà un bel campionato, avvincente. E Inzaghi credo abbia un peso in più rispetto alla scorsa stagione.

Di Michele è stato una bestia nera dell’Inter segnando tre reti in carriera con le maglie di Salernitana e Udinese. Qual è stato il gol più bello e che sensazioni ha provato nel segnare ai nerazzurri?

Il gol più bello è stato quello a Milano dell’1-0 con lo scavetto a Gianluca Pagliuca (con la maglia della Salernitana, ndr). Sensazioni belle perché ho fatto gol al primo anno in Serie A a una grande squadra ed è sempre una sensazione bellissima. Posso dire di essere stato una piccola bestia nera dell’Inter.

Si ringrazia David Di Michele per la disponibilità mostrata durante l’intervista.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh