Esclusiva Inter-News.itPrimo Piano

ESCLUSIVA IN – Nowotny: «Inter, rispetto la scelta di vita di Calhanoglu! Il Milan…»

Nowotny ha parlato in esclusiva per Inter-News.it di Calhanoglu, con cui condivide lo stesso passato in Germania. L’ex difensore del Bayer Leverkusen e della Nazionale Tedesca ha fiducia nella nuova avventura del centrocampista turco, che ha deciso di lasciare il Milan per la maglia nerazzurra. Di seguito l’intervista esclusiva a Jens Nowotny curata dal corrispondente di Inter-News.it da Londra, Alessandro Schiavone

Buongiorno Jens. Lei e Hakan Calhanoglu avete tante cose in comune. Siete entrambi “nati” calcisticamente nel Karlsruhe per poi sfondare nel Bayer Leverkusen. Il centrocampista turco è passato dal Milan ai rivali storici dell’Inter quest’estate. Per tanti è stata una scelta dettata dai soldi. Lei da lontano cosa pensa di questo clamoroso trasferimento?
Ho solo rispetto per questa decisione di Calhanoglu. A mio modo di vedere, però, non è andato all’Inter per guadagnare qualche euro in più, ma per un’esperienza di vita. Non conosco bene Hakan, quindi non saprei dirti quali siano stati i suoi veri motivi. Aver fatto una scelta del genere sarà comunque un’esperienza di vita che lo arricchisce a livello umano e lo farà crescere come persona.

Nowotny avrebbe fatto la stessa cosa?
Forse no. Ma solo per una questione di comodità.

Lei è una leggenda del Bayer Leverkusen e del calcio tedesco. Cosa pensa di Calhanoglu come calciatore?
Calhanoglu è un giocatore molto, molto forte. Ma è ovvio che il paragone con altri giocatori offensivi come Lionel Messi e Cristiano Ronaldo non regge. Se Hakan fosse un giocatore di classe mondiale, cosa sarebbero loro due?

Mancherà ai cugini del Milan?
Sono sicuro che il Milan troverà un sostituto come fecero il Bayer Leverkusen, l’Amburgo e il Karlsruhe all’epoca.

I rossoneri stanno cercando il sostituto di Calhanoglu e hanno individuato in Julian Brandt il perfetto sostituto. Potrebbe far bene con la maglia rossonera il giocatore del Borussia Dortmund?
Vediamo. Per ogni giocatore tutto dipende dal fatto se si sente a suo agio o meno quando va in un nuovo club. E poi deve far vedere le sue qualità in campo.

Tanti giocatori che in Italia fanno fatica vanno in Germania in cerca di riscatto. Penso a Valentino Lazaro, André Silva, Krzysztof Piatek, Jens Petter Hauge. Secondo Nowotny, questa tendenza è la dimostrazione che il calcio italiano è ancora più competitivo di quello tedesco?
Alcune volte si fa fatica ad adattarsi ad un’altra mentalità calcistica. Che sia il calcio italiano, britannico o tedesco, ci sono giocatori che si sposano meglio con un altro tipo di calcio. E spesso cambiare aria può avere effetti positivi.

Nowotny, secondo lei chi sono i migliori difensori centrali al mondo al giorno d’oggi?
Meglio fare questa domanda a mio figlio (ride, ndr). Purtroppo non sono abbastanza informato. Ma direi che il miglior difensore tedesco rimane Mats Hummels.

Messi è appena passato dal Barcellona al Paris Saint-Germain. Ma il senso di appartenenza e le bandiere esistono ancora nel calcio?
Mi ritengo fortunato di non dover affrontare né lui né il Paris Saint-Germain. Quindi non devo preoccuparmi (ride, ndr). Cambiare squadra fa parte del calcio. Per Lionel sarà una nuova sfida.

Intervista del corrispondente di Inter-News.it da Londra, Alessandro Schiavone. Si ringrazia Jens Nowotny per la disponibilità mostrata nell’intervista.

ESCLUSIVA IN – Silvestre: «Inter, difficile vincere ancora ma si rinforzerà! Lautaro Martinez…»

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button