Esclusiva Inter-News.itPrimo Piano

ESCLUSIVA IN – Bordon: «Inter subisce gli stessi gol! Ecco perché. Su Onana e Handanovic…»

Ivano Bordon, storico portiere dell’Inter dal 1969 al 1983, ha parlato in esclusiva a Inter-News.it. Diversi i temi toccati, tra cui le difficoltà di tenuta difensiva dell’Inter – sesta peggior difesa della Serie A – nonché l’avvicendamento Onana-Handanovic tra i pali. Poi una considerazione anche su Vicario e Radu. Di seguito l’intervista esclusiva a Bordon

Fiorentina-Inter 3-4, partita pazza. Bordon, come ha visto la squadra di Simone Inzaghi al di là degli episodi arbitrali?

Ho visto bene l’Inter, soprattutto all’inizio, ché ha approfittato di qualche errore di impostazione della Fiorentina. L’ho vista bene. E dico anche che, quando ha avuto la possibilità di andare sullo 0-2, ha continuato a spingere ma poi ha avuto la difficoltà a gestire l’1-2. Il gol a fine primo tempo ha dato grandissimo morale alla Fiorentina. Concludo dicendo che la partita è finita bene perché riuscire a fare il 3-4 all’ultimo secondo è stata una cosa di bravura, di squadra e di carattere.

E invece Bordon cosa ci può dire a proposito degli episodi più discussi del match? Il fallo di Federico Dimarco in occasione del rigore viola e il contatto Edin Dzeko-Nikola Milenkovic che ha portato poi al quarto gol nerazzurro.

Quanto agli errori dell’arbitro, soprattutto sul fallo di Dimarco nei confronti di Giacomo Bonaventura. Non è stata una bella entrata, poteva anche essere espulso. Dzeko-Milenkovic? Lì l’arbitro può scegliere di darlo o anche non darlo. Non c’è stato nulla di strano del perché non l’abbia dato.

Perché l’Inter subisce così tanti gol? Peggior difesa in trasferta (14 gol subiti, ndr) e sesta peggiore dell’intera Serie A. È un problema di assetto, tecnico o di concentrazione?

Tutti i gol subiti dall’Inter sono stati praticamente allo stesso modo. Mi sembra una squadra poco coperta a centrocampo e va in difficoltà. Diversi gol li ha presi così. C’è stata poca barriera, diciamo, a centrocampo. E se gli avversari arrivano a grande velocità, non è che la difesa possa fare molto. Il motivo penso sia questo. Penso e spero che con il rientro di Marcelo Brozovic e con la continuità di Nicolò Barella, nuovamente in forma in queste ultime partite, possa migliorare tutta la squadra.

Da ex grande portiere, Bordon come valuta il rendimento di André Onana?

Su Onana non ho tante valutazioni di gioco per poterlo valutare perché non è stato così impegnato. Diciamo che è diventato il portiere titolare e mi sembra che lo svolga in modo adeguato. Però, secondo me, deve lavorare molto sulla tecnica. È un portiere reattivo, esplosivo, con i piedi molto valido e quindi con un po’ di adattamento al nostro campionato – e lavorando un po’ sulla tecnica – penso possa diventare un buon portiere. Al momento va bene così. Mi piace anche la sua esuberanza. Bisogna vedere poi quando, speriamo più tardi possibile, capiterà qualche situazione non buona come può reagire a quelle che possono essere le critiche di stampa e tifosi. Però, penso che si farà…

Mentre di Samir Handanovic nel suo nuovo “ruolo” da comprimario-motivatore?

Penso che Handanovic abbia parlato con Inzaghi e quindi abbiano chiarito un po’ le cose. Handanovic ora va a conciliare, aiuta il più giovane Onana, cerca di dare consigli utili per lui e per la squadra. Penso che stia facendo il capitano non giocatore.

Bordon, allarghiamo un po’ il campo all’intero campionato. Cosa ne pensa di Guglielmo Vicario (vedi focus, ndr), tra i migliori portieri italiani? E di Andrei Radu, oggi alla Cremonese?

Vicario è uno dei giovani portieri italiani che si stanno mettendo in luce già dall’anno scorso. Non solo lui ma anche altri credo possano far capire alle società che, senza andare all’estero a cercare i portieri, ci sono i portieri italiani che possono giocare. Radu ha avuto la sfortuna di subire quel gol lì l’anno scorso (in Bologna-Inter, ndr). A Cremona potrà avere la possibilità di esprimere la sua forza e le sue qualità. Poi in una squadra come la Cremonese credo avrà le possibilità di mettersi in mostra perché è spesso impegnato. Radu è un buon portiere, non bisogna giudicarlo solo esclusivamente all’infortunio di Bologna.

L’Inter adesso è chiamata al match point contro il Viktoria Plzen in Champions League. È fiducioso?

Nel calcio mai dire mai. Non bisogna sottovalutare nulla ma l’Inter ha ottime possibilità di battere i cechi. Credo non ci siano grossi problemi!

Si ringrazia Ivano Bordon per la cordialità e la disponibilità mostrata nell’intervista.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

Abbiamo notato che sta usando un AdBlocker. INTER-NEWS.IT sostiene spese ingenti di personale, infrastrutture tecnologiche e altro e disabilitando la pubblicità ci impedisci di guadagnare il necessario per continuare a tenerti aggiornato con le notizie sull\'Inter. Per favore inserisici il nostro sito nella tua lista di esclusione del tuo AdBlocker.

Grazie.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock