Esclusiva Inter-News.itPrimo Piano

ESCLUSIVA – Galante: «Juventus-Inter, bei ricordi a parte uno! Oggi due vantaggi»

Fabio Galante, ex giocatore dell’Inter, in esclusiva su Inter-News.it ha parlato di Juventus-Inter (leggi articolo) in programma questa sera, facendo riferimento a quelle giocate da giocatore. L’ex difensore ha poi parlato anche del ritorno di Romelu Lukaku, delle polemiche legate a Samir Handanovic e della “somiglianza” in campo tra Antonio Conte e Nicolò Barella.

GARA STORICAFabio Galante, ex giocatore dell’Inter, in riferimento alla partita di questa sera in Coppa Italia, ha parlato dei match giocati in carriera, citandone uno in particolare: «Le emozioni sono tante in questo tipo di partite, soprattutto quando si giocava contro la Juventus. Stadio pieno e grandi campioni, e amici, come Alessandro Del Piero e Filippo Inzaghi. Ho solo bei ricordi, tranne quello del famoso rigore di Ronaldo che non ci fu assegnato ma ne abbiamo già parlato troppo. La reazione di Gigi Simoni dimostrò che qualcosa non andava e quella partita fu la goccia che fece traboccare il vaso. Vorrei solo ricordare le partite belle, Juventus-Inter 0-3 in Coppa Italia nel 1996? Gol meravigliosi e soprattutto tanti campioni in squadra, potevamo vincere con chiunque».

COPPA ITALIA – Galante parla di Juventus-Inter questa sera, considerando il risultato dell’andata: «L’Inter questa sera dovrà sbagliare il meno possibile giocando quasi alla perfezione e senza concedere nulla. La Juventus ha vinto 1-2, però questa sera si giocherà senza pubblico. Il COVID-19 ha inciso molto sul mondo del calcio e non solo, per cui senza il fattore campo le difficoltà diminuiscono. Non a caso la Juventus ha perso contro la Fiorentina e il Liverpool non perdeva in casa da sessantotto partite».

CON LUKAKU – Galante, facendo riferimento al ritorno di Romelu Lukaku questa sera, parla della sua importanza: «Lukaku poco decisivo nelle partite importanti? Per me è una casualità, chiunque lo vorrebbe avere in squadra. Oltre a segnare a segnare contro le medio-piccole, e spero che questa sera si smentisca, fa giocare bene tutta la squadra. È un punto di riferimento per tutti e già averlo questa sera, a differenza dell’andata, sarà importante».

FUORI DISCUSSIONE – Galante parla anche di Samir Handanovic, portiere e capitano dell’Inter finito sotto i riflettori per qualche incertezza di troppo: «Può succedere che ogni tanto il portiere non è impeccabile, però ancora oggi è un portiere super-affidabile. Gioca bene con i piedi, che adesso è una caratteristica importante. L’Inter può già cercare il suo erede però Handanovic ha tutte le qualità per giocare qualche anno titolare all’Inter».

CONTE E BARELLA – Galante parla nello specifico di Antonio Conte sulla panchina dell’Inter, facendo un paragone con Barella: «Conte sulla panchina nerazzurra ha proseguito il percorso in crescendo di Luciano Spalletti. L’eliminazione in UEFA Champions League è stato un brutto colpo però a livello lavorativo non si discute. Conte è un grande allenatore e tira fuori il meglio da ogni singolo calciatore. Parliamo di uno degli allenatori più forti in circolazione. Spesso sento i calciatori dell’Inter e tutti parlano bene di lui e questo significa che è forte. Da calciatore è sempre stato un combattente, un po’ come Nicolò Barella. Si avvicina molto a lui per il ruolo e l’atteggiamento in campo, non si arrende mai e non gli piace perdere, un po’ come Conte».

ALL’INTER – Galante spiega il suo ruolo all’interno della società nerazzurra: «Io osservatore dell’Inter? Nel 2018 sono tornato con Spalletti e Piero Ausilio. Poi però è cambiato tutto dopo l’addio di Luciano. Giuseppe Marotta dopo il suo arrivo mi ha dato un ruolo più istituzionale, cioè quello di “Brand Ambassador”: sono andato a Expo 2019 a Shanghai con Steven Zhang e altri eventi, però è passato quasi un anno e causa Coronavirus sono stati annullati tutti gli eventi».

FUTURO SOCIETARIO – A proposito di Suning, conclude esprimendo un suo parere in merito alle questioni societarie: «La famiglia Suning ha fatto tante belle cose e spera di poter fare ancora meglio. Ho conosciuto Steven ed è una persona molto corretta. Forse un fattore più grande come il Governo cinese ha impedito loro di fare certe cose, e in questo momento sono in difficoltà ma non so dire cosa succederà. Vogliono il bene dell’Inter ed è la cosa più importante».

Si ringrazia Fabio Galante per la disponibilità mostrata nell’intervista. La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è consentita solo previa citazione della fonte (Inter-News.it) e inserendo il link al contenuto originale.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh