ESCLUSIVA – Castellazzi: “Inter-Brescia delicata. Dopo Handanovic? Lui una certezza”

Articolo di
1 Luglio 2020, 10:12
Luca Castellazzi Luca Castellazzi
Condividi questo articolo

Luca Castellazzi, doppio ex di Inter-Brescia, in vista della partita in programma questa sera alle 19.30 è stato intervistato dalla redazione di Inter-News.it. L’ex portiere ha detto la sua riguardo la situazione delle due squadre, il dopo Handanovic e la sua esperienza in nerazzurro.

INTER-BRESCIALuca Castellazzi, intervistato ai nostri microfoni, come doppio ex di Inter-Brescia anticipa i temi del match: «Sicuramente è una partita delicata per entrambe le squadre. Per l’Inter sarà l’occasione di dare continuità di risultati dopo la vittoria sofferta di Parma e mantenere invariato il distacco da Juventus e Lazio. Le prestazioni col Napoli in Coppa Italia e la Sampdoria in campionato sono state molto incoraggianti sotto il profilo del gioco, mentre contro il Sassuolo è mancata la lucidità per portare a casa i tre punti. Il Brescia invece è una posizione di classifica molto critica. Avesse vinto contro il Genoa avrebbe potuto sperare di accorciare il distacco con le dirette concorrenti per la salvezza. La questione Mario Balotelli è un problema in più, si somma a una stagione molto complicata».

PORTA INVIOLATA – Castellazzi spiega perché, secondo lui, l’Inter nel 2020 ha mantenuto solo due volte la porta inviolata. La speranza è che, in Inter-Brescia, si “raggiunga” quota tre: «Nella stagione in corso l’Inter ha sempre concesso poche occasioni agli avversari. Con i ritmi di gioco in questa ripresa di campionato “post-COVID”, gli episodi diventano ancora più determinanti di prima. Per ritrovare la solidità difensiva, penso che la ricetta giusta sia trovare quel pizzico di concentrazione e cattiveria in più per evitare pericoli nelle fasi importanti della gara e trovare compattezza tra i reparti per non concedere spazi agli avversari».

DOPO HANDANOVIC – Castellazzi dice la sua riguardo il possibile sostituto di Samir Handanovic. Questo considerando l’interesse per Juan Musso dell’Udinese e Ionut Radu, prodotto del vivaio nerazzurro in prestito al Parma: «Samir è una certezza perché dà ampie garanzie, sia sotto il profilo tecnico sia sotto il profilo caratteriale. Come capitano è un punto di riferimento importante per lo spogliatoio. Molto solido anche fisicamente, penso possa giocare all’Inter almeno fino a quarant’anni. Quindi considero la ricerca del successore di Handanovic una questione a medio termine e non così imminente. Musso è migliorato molto dal suo arrivo in Italia e in questo momento è un punto di forza dell’Udinese. Radu è un portiere molto atletico e reattivo. Nella prima parte di campionato, quando giocava nel Genoa, gli ho visto effettuare parate di grande livello».

PORTIERI – Castellazzi, ricordando l’infortunio di Handanovic di febbraio, parla dell’impiego di Daniele Padelli: «Veniva da un lunghissimo periodo d’inattività, dove non aveva giocato partite ufficiali. È stato titolare in gare dal grande impatto emotivo, con avversari di alto livello. Penso che qualche sbavatura ci possa stare. La cosa positiva è che, giocando con continuità, è cresciuta anche la qualità delle sue prestazioni, come nelle due gare di Europa League col Ludogorets. Per quanto mi riguarda, nella mia esperienza all’Inter ho avuto tante occasioni di sostituire Julio Cesar tra il 2010 e il 2012, mentre ho giocato meno come vice di Handanovic dal 2012 al 2014. Sostituire due grandi portieri come loro è stata un’esperienza molto stimolante, anche se le aspettative e le pressioni erano davvero elevate».

TECNICO E SOCIETÀ – Castellazzi, in attesa di Inter-Brescia, dice la sua riguardo l’operato di Antonio Conte e della società Suning: «Penso che tutte le componenti in questione, società, allenatore, giocatori, stiano cercando di compiere un percorso di crescita per arrivare a essere competitivi ad alti livelli e tornare a vincere. Lo conferma il fatto che la società stia investendo cifre importanti per mettere Conte in condizione di creare una grande Inter. Quest’anno si sono visti già dei grandi miglioramenti sotto il profilo del gioco e dell’intensità, fermo restando che tornare a vincere in Italia e in Europa sarà una sfida ambiziosa».

RICORDO – Castellazzi conclude raccontando un aneddoto sulla sua esperienza nerazzurra: «Ringrazierò sempre l’Inter di avermi dato l’opportunità di vivere un’esperienza del genere. Ho tantissimi bei ricordi: quelli più cari riguardano l’esordio in Champions League nel 2010 a San Siro col Werder Brema e il rigore parato, quasi allo scadere, a German Denis in Atalanta-Inter nel 2011. Il primo anno è stato particolarmente ricco di emozioni, perché abbiamo ha conquistato ben tre titoli: Supercoppa Italiana, Mondiale per Club e Coppa Italia. Sono soddisfazioni che rimangono indelebili nella carriera di un calciatore. Chiudo con una riflessione sull’emergenza sanitaria che ci ha colpito negli ultimi mesi. È stato bello vedere di nuovo le squadre in campo. Non perché questo sport fa parte da sempre della mia vita, ma perché dopo mesi difficili e dolorosi per molte persone, tornare a giocare è stato un segnale di speranza per tutti per un ritorno alla normalità».

Si ringrazia Luca Castellazzi per la disponibilità mostrata nell’intervista. La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è consentita solo previa citazione della fonte (Inter-News.it) e inserendo il link al contenuto originale.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




<!--//<![CDATA[ var m3_u = (location.protocol=='https:'?'https://servedby.publy.net/ajs.php':'http://servedby.publy.net/ajs.php'); var m3_r = Math.floor(Math.random()*99999999999); if (!document.MAX_used) document.MAX_used = ','; document.write (""); //]]>-->

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.