Società, mister, giocatori: a chi le colpe?

Articolo di
29 febbraio 2016, 13:01
thohir mancini

Non dovevano arrivare dalla gara contro la Juventus i punti necessari a rilanciare la corsa al terzo posto. Troppo differenti le due squadre in campo, troppo diversi gli stati d’animo, gli obbiettivi, le speranze. L’Inter vista ieri sera è sembrata incapace di qualsiasi tentativo di reazione. Un gruppo di uomini in grande difficoltà, in perenne disordine fisico e mentale. E’ incredibile pensare che fino a due mesi fa la stessa compagine guardava tutti dall’alto della vetta della classifica, non sembra davvero possibile visualizzare l’immagine della felicità degli uomini di Mancini al comando della serie A.

INCUBO – Eppure questo accadeva, non è frutto di un sogno o, peggio, di un incubo. Qualcosa si è drammaticamente rotto, qualcosa si è definitivamente inceppato nel motore nerazzurro che ora va pericolosamente in folle verso la fine del torneo. Si è riusciti nell’impresa di rimettere tutti in gioco nella corsa al titolo: gli avversari, increduli, ne hanno subito approfittato staccando clamorosamente il gruppo di Mancini.

RESPONSABILITA’ – Società, giocatori e allenatore: ognuno è chiamato, nel rispetto delle proprie competenze, ad assumersi in pieno le responsabilità del fallimento di questa che doveva essere la stagione del rilancio, la stagione del mercato estivo importante, la stagione del ritorno nel calcio europeo che conta. Mancano ancora due mesi alla fine del torneo, c’è tempo ma la sensazione di scollamento è davvero preoccupante. Thohir sempre più lontano, Mancini deluso e persino “afono”, la dirigenza che sembra essere in difficoltà nel gestire la prima vera emergenza di risultati. E’ tempo di porre rimedio, tempo di invertire la rotta, tempo di prendere finalmente decisioni corrette e perseguirle senza indugio.

TIFOSI – Nel frattempo il tifoso nerazzurro si agita, comprensibilmente, nel vedere la sua amata sbandare in maniera preoccupante. Il mare è tempestoso, serve un condottiero, ora più che mai, coraggioso! Un condottiero capace di portare a termine la rotta che deve necessariamente essere predisposta dalla società, una rotta percorribile e fattibile e non un viaggio tra gli iceberg e i pericoli. Non se ne sente il bisogno!

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE