EditorialiPrimo Piano

Skriniar, il rispetto non si compra coi soldi del PSG. E nemmeno la fascia

La serata di ieri è stata scandita da una serie inenarrabile di figuracce in Inter-Empoli. Tutte in campo o quasi, tranne la più grande di tutte: quella di annunciare l’addio di Skriniar mentre si sta facendo espellere in una partita poi persa.

PAROLE CHE VALGONO ZERO – Plzen, Repubblica Ceca, 12 settembre 2022. Milan Skriniar va a parlare alla vigilia della partita di Champions League, prima e fra le pochissime volte in questa stagione. E le sue dichiarazioni (vedi articolo) non lasciano spazio a interpretazioni: «Rinnovo? Se ci saranno novità si sapranno da me e da nessun altro». Con un’aggiunta, a oggi ancora più grave: «I tifosi mi conoscono». Quattro mesi e mezzo dopo, ecco il suo agente Roberto Sistici che va ad annunciare il mancato rinnovo. Mentre Skriniar sta giocando. Mentre Skriniar si sta facendo espellere in maniera molto ingenua. In una partita che l’Inter poi perde malamente. Gravissimo e inaccettabile.

GESTIONE SBAGLIATA – Il “problema”, in questa vicenda, è che purtroppo l’agente di Skriniar ha sbagliato solo le tempistiche. Ossia: è riuscito a passare dalla parte del torto, usando il momento meno opportuno, ma quello che ha detto è corretto. Una società come l’Inter non doveva certo trattare uno dei suoi migliori giocatori come l’ultimo arrivato, mettendolo sul mercato perché la proprietà non è capace di tenere in piedi il bilancio senza qualche pesante cessione. Così come una società come l’Inter non doveva rischiare che si arrivasse a Skriniar che rifiuta il rinnovo, peraltro sapendo che il PSG è dietro da tempo. Il precedente di un anno fa con Ivan Perisic doveva insegnare, non l’ha fatto, e adesso ci perderà il club (a zero). In primis il presidente Steven Zhang e la sua politica di “sacrifici” che non paga e che rilancia le ombre sull’attuale proprietà.

CREDITI PERSI – Tutto ciò che di buono Skriniar si era guadagnato in questi cinque anni e mezzo l’ha buttato dalla finestra ieri tramite il suo agente. E lo butterà ancor di più dalla finestra da qui a luglio, quando andrà al PSG per qualche milione in più e un “progetto” tutt’altro che sportivo (la Ligue 1 non è certo il campionato migliore al mondo, soprattutto per un difensore). I tifosi che l’hanno sempre sostenuto l’hanno inevitabilmente – e doverosamente! – già scaricato, chiedendone la cessione immediata. Che difficilmente avverrà, perché per lui significherebbe rinunciare al bonus alla firma (vedi articolo). Altra situazione dove Skriniar non ne esce certo bene. Ah: un difensore da nove milioni a stagione e quindici milioni di bonus alla firma non si fa espellere come ieri.

QUESTO È UN CAPITANO? – In ultima analisi, c’è il discorso della fascia da capitano che pesa tantissimo nel trattamento che Skriniar sta riservando all’Inter. Squadra che, va ricordato, l’ha valutato trentasei milioni (compreso il cartellino di Gianluca Caprari) quando giocava alla Sampdoria ed era ben poco conosciuto a livello internazionale. Da un capitano ci si aspetterebbe un altro atteggiamento, nei confronti del club e degli stessi tifosi che ha tradito in maniera imbarazzante. E viste le parole di settembre citate all’inizio il tempo dimostra anche che uomo è realmente. Ma forse è il destino degli ex capitani dell’Inter che decidono di andare al PSG. E magari Skriniar farà la stessa fine di quell’altro che a Parigi non ha certo fatto passi avanti nella sua carriera.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

Abbiamo notato che sta usando un AdBlocker. INTER-NEWS.IT sostiene spese ingenti di personale, infrastrutture tecnologiche e altro e disabilitando la pubblicità ci impedisci di guadagnare il necessario per continuare a tenerti aggiornato con le notizie sull\'Inter. Per favore inserisici il nostro sito nella tua lista di esclusione del tuo AdBlocker.

Grazie.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock