Scaduta la clausola di Mauro Icardi: resta all’Inter ma non solo

Articolo di
16 luglio 2018, 00:00
Icardi

È mezzanotte e inizia lunedì 16 luglio: questo significa che è ufficialmente scaduta la clausola per vedere Mauro Icardi trasferirsi all’estero senza andare a trattativa con l’Inter. Adesso per l’attaccante argentino cominciano le manovre per il rinnovo.

NIENTE ADDIO, ANZI – Nonostante dall’immediato post partita dell’ultima giornata della scorsa Serie A contro la Lazio molti disfattisti avessero ipotizzato un addio di Mauro Icardi, soprattutto direzione Chelsea, Juventus (!) o Real Madrid, alla fine l’argentino è rimasto all’Inter. Nessuno ha esercitato la clausola rescissoria da centodieci milioni di euro valida solo per l’estero (anzi, a dirla tutta non se n’è nemmeno parlato così tanto), né tantomeno si è concretizzato il folle scambio con Gonzalo Higuaín (certo, i bianconeri si sono “consolati” con Cristiano Ronaldo…), perciò ora comincia la seconda fase del suo mese di luglio: intanto mercoledì, stando a quanto ha detto Luciano Spalletti, giocherà nell’amichevole contro il Sion (ore 18.30) dopo aver saltato quella contro il Lugano per aver lavorato a parte nei primi giorni di ritiro, poi si penserà al rinnovo del contratto. Wanda Nara in questi giorni, pur facendo spaventare qualcuno per un post su Instagram dove si localizzava a Madrid, ha fatto intendere di non essere così indaffarata nel pensare a trattative per suo marito, ma di certo tornerà alla carica: a Piero Ausilio il compito di trovare l’accordo giusto e magari di rimuovere del tutto la clausola, in modo da evitare altri giorni di attesa come questi. Un dato è certo: Icardi resterà il capitano dell’Inter e ci sarà curiosità per vederlo in coppia con Lautaro Martínez. Con buona pace dei disfattisti e di chi sperava di vederlo con un’altra maglia, magari scambiando le strisce azzurre con quelle bianche…






ALTRE NOTIZIE