Rafinha avversario di un’Inter in emergenza a centrocampo. Spalletti, e ora?

Articolo di
24 ottobre 2018, 14:54
Rafinha Spalletti

Rafinha probabilmente è il giocatore più atteso in Barcellona-Inter e lo sarà ancora di più a Milano per la partita di ritorno. Il suo passaggio all’Inter ha segnato se stesso e i tifosi, forse meno Spalletti, ma oggi la situazione è in nuova evoluzione e chissà non possa rintrecciarsi a partire da gennaio

RAFINHA E SPALLETTI – Da una parte ci sono i pareri, forse le sensazioni (anche errate). Dall’altra la storia, anche questa spesso imprecisa (ma incancellabile). Secondo Rafinha (QUI le sue parole) la sua permanenza all’Inter è mancata a causa della volontà di Luciano Spalletti, che non ne apprezzava appieno le caratteristiche. Secondo Spalletti (QUI le sue parole), invece, la conferma di Rafinha non è stata possibile a causa dei vincoli del Fair Play Finanziario, che non ha permesso all’Inter il riscatto nei tempi previsti. Due mezze verità in questo caso ne fanno una: l’Inter non ha riscatto Rafinha per i noti parametri di bilancio, soprattutto perché il Barcellona non ha aperto a un nuovo prestito con opzione di riscatto “scontata” e senza obbligo, ma allo stesso tempo Spalletti ha dato priorità ad altri nomi. Su tutti, Radja Nainggolan, ma non solo. E stasera si gioca Barcellona-Inter in una situazione piuttosto paradossale su questo asse di mercato.

EMERGENZA INTER – A distanza di mesi la storia s’intreccia e il destino è beffardo: l’Inter arriva al Camp Nou nel suo miglior momento, ma senza il giocatore simbolo dello “Spallettismo” (prossimo neologismo sulla Treccani? Chissà…). Spalletti affronterà il Barcellona senza Nainggolan e, per assurdo, l’assenza della stella Lionel Messi potrebbe aprire le porte della titolarità – o comunque del campo partendo dalla panchina – a Rafinha. Un Rafinha ancora in esubero a Barcellona, eppure dannatamente utile in quest’Inter europea che, oltre a Nainggolan, deve rinunciare a Roberto Gagliardini e Joao Mario (“alter ego di Rafinha”). E non solo, visto che anche Marcelo Brozovic potrebbe dar forfait, lasciando all’esperto Borja Valero il compito di affiancare Matias Vecino in un centrocampo senza altre alternative (se non Milan Skriniar mediano…). A distanza di mesi, quindi, la domanda è una: Spalletti, in quest’Inter ci sarebbe potuto essere spazio per Rafinha? E a gennaio potrebbe ancora esserci? Difficile, non impossibile. ma tant’è: vale la pena provarci.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE