EditorialiPrimo Piano

Inter, non tutti promossi: i voti stagionali a proprietà, dirigenza e squadra

Inter seconda in Serie A ma vincitrice della Coppa Italia e della Supercoppa Italiana. Come giudicare complessivamente la stagione nerazzurra? Nessun dubbio sul fatto che sia un’annata positiva, ma non tutte le aree societarie riescono a strappare la sufficienza. Vediamo perché

Inter, la pagella stagionale: Proprietà


Il ridimensionamento post-Scudetto imposto dal Suning Holdings Group di Zhang Jindong sembra l’inizio della fine. Impensabile ripetersi smantellando rosa e staff tecnico. Rinunciando ad Antonio Conte e sacrificando Achraf Hakimi all’Inter serve un miracolo sportivo per evitare di far morire sul nascere una parvenza di ciclo vincente dopo un lustro di insuccessi. Il campo, però, dice altro. E il Presidente Steven Zhang ci mette la faccia solo nelle vittorie stagionali – Supercoppa Italiana a Milano e Coppa Italia a Roma – ma non basta. La vicinanza all’ambiente nerazzurro va dimostrata con i fatti, adesso. E con gli investimenti virtuosi. Non vuole essere una critica distruttiva, tutt’altro: nel calcio business non c’è più spazio per l’improvvisazione né per il temporeggiamento, i progetti a medio-lungo termine vanno definiti in maniera concreta e sicura. Altrimenti è giusto sperare in un cambio ai vertici affinché ci sia una crescita continua. Voto 4.

Calciomercato, la pagella stagionale: Dirigenza

Far quadrare i conti per gli Amministratori Delegati Alessandro Antonello (Corporate) e Beppe Marotta (Sport) non è un gioco da ragazzi. E il lavoro fatto extra-campo è straordinario. Anche il mercato in uscita, tutto sommato, merita un giudizio positivo vista la situazione creatasi: a certe cifre la cessione di Romelu Lukaku è doverosa. Un po’ meno quello estivo (7) in entrata, mirato a limitare i danni, ma almeno qualche rimpiazzo è adeguato: Hakan Calhanoglu a parametro zero è la torta senza ciliegina una volta salutato Christian Eriksen, purtroppo. La rosa allestita in estate da Marotta e Piero Ausilio non è quanti-qualitativamente in grado di competere su tre fronti sul lungo periodo. E nel mercato invernale (5) di riparazione, paradossalmente, la situazione peggiora. Troppi errori di valutazione per quanto riguarda i calciatori, in particolare il costoso “colpo” estivo Joaquin Correa, ma il nome di Simone Inzaghi per la panchina è quello giusto. Così come quello di Denzel Dumfries sulla fascia destra. Rivedibile la gestione lenta e tardiva dei rinnovi contrattuali, in alcuni casi ancora in bilico. Voto 6.

Inter, la pagella stagionale: Squadra


L’Inter arriva all’ultima partita stagionale con una – flebile – possibilità su nove di confermarsi campione d’Italia. Il merito è tutto del gruppo-squadra, guidato dall’ottimo Inzaghi, che dà tanto e toglie poco al lavoro fatto nel biennio precedente. Il discorso è relativo, non assoluto. L’Inter va oltre le più rosee aspettative, portando a casa due trofei nazionali che mancavano da oltre un decennio. E migliorando il suo percorso internazionale in UEFA Champions League, che non vale come trofeo ma dà una mano a livello morale in ottica futura. Qualcosa nel corso della stagione manca, soprattutto in alcuni scontri diretti, ma l’impressione è che non ci si possa aspettare di più. Con la vittoria dello Scudetto sarebbe stata una stagione quasi perfetta, arrivare a un derby (perso) di distanza dal tricolore ridimensiona un po’ i giudizi. Ma solo di poco, perché bisogna riconoscere anche i meriti altrui e ricordare il punto di partenza – reale – dell’Inter. Voto 8.

NB: A seguire le pagelle di fine stagione sull’Inter 2021/22 redatte da Inter-News.it

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh