Editoriali

Inter, niente follia per una notte. Derby vinto con tranquillità

L’Inter di Antonio Conte vince il derby di Milano superando il Milan grazie alla rete di Marcelo Brozovic e a quella di Romelu Lukaku. E lo fa con assoluta consapevolezza dei propri mezzi

NO CRAZY, NOT  TONIGHT – Astuzia, solidità, consapevolezza. Attenzione, intensità, aggressività. Più un pizzico di alto profilo per rendere il tutto decisamente saporito. L’Inter vince il derby con merito ed entusiasmo, nonostante un finale di gara piuttosto scolastico. Le ultime stracittadine avevano abituato i tifosi a colpi di scena alla Hitchcock, a dimostrazione di quanto l’adrenalina liquida fosse in grado di azzerare puntualmente i valori tecnici. L’Inter continua la sua marcia dichiarata verso l’ignoto e lo fa con relativa spensieratezza. Dopo un primo tempo di mezze scelte e mezze fortune, un tiro a metà di Marcelo Brozovic apre le ali ai nerazzurri. Il Milan resta a terra cercando di fissare la creatura di Antonio Conte in controluce. Probabilmente è già troppo tardi e i rossoneri non trovano neanche il tempo per mettere in piedi una reazione di pancia.

SERENITÀ – Dopo il gol di Brozovic, la partita si incanala verso i binari di Viale della Liberazione. Recuperi palla, convinzione nelle vene e la giusta dose di sagacia tattica nell’aspettare il Milan, inchiodandolo nel legno alla prima maxi occasione. Stavolta è l’altro foreign fighter a prendersi la scena. Anche Romelu Lukaku è riuscito a domare le emozioni in un derby vissuto col cervello più che con l’apparato digerente. E a quel punto il Milan non ne ha più. L’unico residuo di succhi gastrici è una sfuriata di Theo Hernandez che aveva un azzardato pronostico sulle spalle da legittimare. Stavolta il palo sorride ai nerazzurri, regalando un finale di partita senza nubi all’orizzonte. Tant’è che non viene quasi voglia di esultare, poiché si è già abbastanza urlato durante i primi due terzi di partita. L’ultimo quarto d’ora l’Inter lo passa a specchiarsi nello sterile fraseggio del Milan. E nella consapevolezza di aver abbandonato, anche solo per una notte, il suo celeberrimo retrogusto di follia.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button