Inter, Modric e Nainggolan: ecco perché le tempistiche sono fondamentali

Articolo di
12 agosto 2018, 12:08

Un mercato intelligente quello dell’Inter, fatto di giocatori nei giusti ruoli, di ottimi profili a parametro zero e di nomi altisonanti come quello di Nainggolan, mischiati a giovani promettenti come Lautaro Martinez. Eppure, la trattativa Modric, rischia di offuscare tutto il lavoro svolto finora

UN GRANDE MERCATO – È innegabile, quello dell’Inter svolto fino a oggi è un mercato molto, molto buono. Il lavoro della dirigenza ha permesso a Spalletti di contare su una rosa rinforzata rispetto quella dello scorso anno, con giocatori funzionali alle sue richieste e un aumento di uomini a livello numerico per poter cercare di essere competitivi su tre fronti. Facendo un piccolo riassunto, sono 6 i giocatori arrivati in questa sessione di mercato: Stefan De Vrij, Kwadwo Asamoah (entrambi a parametro zero), Radja Nainggolan, Matteo Politano, Lautaro Martinez, Sime Vrsaljko con l’acquisto di Keita Baldé praticamente definito, anche se non ancora ufficiale. Non male, considerato il regime di FPF a cui è ancora sottoposta l’Inter.

VIDAL E MODRIC, DELUSIONE? – Un grande lavoro, che però rischia di essere offuscato da due trattative che hanno tenuto banco nella calda estate nerazzurra: quella di Arturo Vidal, a un passo dai nerazzurri ma poi soffiato dal Barcellona, e Luka Modric. Anche se per il croato, forse, è più giusto parlare di “miracolo”, dal momento che non esiste una trattativa vera e propria. Sebbene il 10 madridista voglia solo l’Inter – o almeno, questo è quanto filtra dai media – sembra più che improbabile che possa accasarsi in nerazzurro al termine di questa sessione di mercato. Una delusione? Certo che no. O almeno, non dovrebbe esserlo. Perché la torta è già stata preparata con ampio anticipo ed è squisita, questa sarebbe solo la ciliegina che darebbe il tocco finale a una squadra che sembra finalmente essere tornata ad essere competitiva.

TEMPISTICHE – Ma ora immaginate se, per caso, l’arrivo di Radja Nainggolan fosse stato annunciato dopo il fallimento delle trattative di Vidal e Modric. Sarebbe cambiato qualcosa? Sicuramente. Ma solo a livello mediatico. Ecco perché nel calciomercato le tempistiche sono fondamentali, ma nemmeno troppo. Così come è fondamentale non lasciarsi trascinare dalle voci, dalle trattative che esistono e non esistono e da tutto ciò che gira intorno. L’Inter ha fatto un grande mercato anche senza Vidal e senza Modric e i tifosi hanno tutti i motivi per esserne entusiasti. Per questo è importante ora sostenere la squadra ed essere soddisfatti del lavoro svolto in questa sessione di mercato. Certo, si può sempre fare meglio, restano pur sempre delle lacune e degli esuberi da tagliare (Joao Mario…). Ma il mercato perfetto lasciamolo fare agli altri, perché ciò che conta non è collezionare ‘figurine’, bensì arrivare davanti a tutti gli altri. E la scorsa stagione ne è un chiaro esempio, specialmente per quanto riguarda le squadre di Milano.






ALTRE NOTIZIE