EditorialiPrimo Piano

Inter favorita, Juventus non obbligata a vincere: paradossale griglia di partenza

Inter obbligata a vincere lo Scudetto… o quasi, Milan permettendo. La Juventus, invece, no. La Serie A sta per iniziare e i primi giudizi sembrano già andare controcorrente. O probabilmente la corrente (mediatica…) è quella giusta ma non ha nulla a che fare con la realtà calcistica

DERBY TRICOLORE – A poche ore dalla partenza della nuova stagione calcistica griffata Serie A, i pronostici si sprecano. Il simpatico (?) gioco della griglia di partenza, affidato agli addetti ai lavori nonché esperti del settore, anche quest’anno offre pareri contrastanti. E in alcuni casi addirittura paradossali. Colpa del caldo? Forse del tifo… caldo. E del “controllo” sulla gestione mediatica che si traduce in pressione. Dopo una rapida carrellata di disparati punti di vista, il giudizio riassuntivo sembra piuttosto chiaro: per lo Scudetto andrà in scena un’altra stracittadina milanese. Il Milan di Stefano Pioli, campione in carica, gode del favore dei pronostici tanto quanto l’Inter di Simone Inzaghi dopo il mercato estivo finora condotto. Tradotto: il ritorno di Romelu Lukaku viene considerato di importanza tale da ridurre il gap – comunque minimo – con il Milan scudettato e probabilmente riportare la squadra nerazzurra sopra. O indietro nel tempo, che dir si voglia. In pratica l’Inter è considerata, da una discreta maggioranza di esperti, la favorita al titolo. Ma sarà davvero il Derby di Milano a decidere nuovamente in che lato dei Navigli festeggiare lo Scudetto a fine stagione? All’elenco è oggettivo manchi qualcosa. Qualcuno…

La Cenerentola bianconera parte dietro l’Inter

E LA JUVENTUS? – Alla maggior parte delle griglie di partenza manca la Juventus in pole position. Eppure il mercato finora parla chiaro. Gli investimenti fatti si commentano da sé. Soprattutto i nomi portati e in alcuni casi – vedi Paul Pogba – riportati a Torino o semplicemente spostati dal fazione granata a quella bianconera. Sì, Gleison Bremer in teoria qualcosa dovrebbe spostare nella lotta Scudetto. Per non parlare del fatto che l’ingaggio percepito da Massimiliano Allegri in altri tempi (o per altre squadre?) sarebbe valso almeno l’obbligo di vittoria del titolo nazionale. Non è così in Italia. Non è così nemmeno quest’anno. La Juventus, in base a quello che viene veicolato liberamente, si candida a essere l’outsider della Serie A che sta per iniziare. Quasi come la Roma di José Mourinho, quella sì vera candidata a sorprendere a dispetto dei pronostici. E non solo per l’arrivo di Paulo Dybala, che a parametro zero è e resta il grande colpo dell’estate italiana. Due ambienti e altrettante situazioni diverse. Un po’ come Inter e Milan. La prima obbligata a rimediare alla beffa della passata stagione. E la seconda chiamata a ripetersi. Entrambe le milanesi vanno alla ricerca della stella ma che la Juventus oggi non sia la principale candidata alla vittoria fa un po’ (sor)ridere. Buona nuova vecchia Serie A a tutti.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh