Conte “filosofo” dà fastidio oggi, Conte “sanguigno” lo dava ieri (all’Inter)

Articolo di
23 Ottobre 2020, 22:09
Antonio Conte Inter Antonio Conte Inter
Condividi questo articolo

Conte come Dr. Jekyll e Mr. Hyde? In un certo senso sì. Il tecnico dell’Inter ha cambiato registro, un po’ perché obbligato un po’ per strategia. E questa modifica sta mandando in tilt tutto ciò che è fuori dall’ambiente nerazzurro. Il passaggio da sanguigno a filosofo non è stato ancora recepito da tutti. O meglio, non vuole essere recepito

Conte ieri

SANGUIGNO – I primi due mesi (scarsi) nerazzurri dopo il famoso incontro presso “Villa Bellini” fanno discutere. All’esterno. Solo all’esterno. Non tanto per i risultati in campo, falsati da una situazione ingestibile dal punto di vista delle indisponibilità per positività al Covid-19, quanto per l’atteggiamento di Antonio Conte in pubblico. Il tecnico nerazzurro sta portando avanti un copione che funziona. In allenamento e in panchina urla, perché vuole vincere e lo fa capire benissimo a tutto il gruppo. Poi davanti alle telecamere si trasforma, più pacato e tranquillo. Non risponde alle provocazioni, sebbene abbia tanto da dire. Evita le polemiche, nonostante l’avvio stagionale dell’Inter in Italia sia stato caratterizzato da una serie di errori piuttosto gravi. Insomma, è un Conte molto più riflessivo ma pur sempre strategico. Se prima aveva le risposte pronte in quanto preparate in anticipo, adesso il tecnico dell’Inter riesce a non dare risposte né titoli ai detrattori. Perché il problema generale è sempre stato “Conte all’Inter”. O meglio, “lo juventino Conte all’Inter”. E quel Conte ha sempre dato fastidio, perché vincente (e non solo). Quel Conte sanguigno c’è ancora ma non va più di moda. C’è chi giura che stia solo aspettando il benservito dall’Inter per godersi una ricca buonuscita e/o retribuzione da esonerato. Niente di più falso. Anzi, da denuncia.

Conte oggi

FILOSOFO – Oggi Conte dà fastidio mediaticamente perché sembra irriconoscibile. Ma lo è solo agli occhi di chi non vuole capire i motivi. Solo per chi finge che non sia successo nulla qualche mese fa. In particolare quel pomeriggio a “Villa Bellini”. La nuova linea societaria è chiara. Basso profilo. Si pensa solo a lavorare. Il focus è esclusivamente sull’Inter, non su ciò che è fuori. Conte è l’allenatore, deve allenare. Non c’è spazio per le chiacchiere, non c’è tempo per le polemiche. Oggi. Questo dà fastidio – molto fastidio – a chi vive di polemiche. A chi cerca il titolo per montare l’ennesimo caso sull’Inter. Ed è esattamente quello il “nemico” che la società deve combattere, talvolta addirittura dall’interno. Uno dei problemi dell’Inter oggi sono gli interisti che non hanno mai visto di buon occhio l’arrivo di Conte (e prima ancora di Beppe Marotta). E aspettano solo un passo falso – o meglio, una sbroccata davanti alle telecamere – per chiederne la testa. Ma Suning non ci sente. La proprietà cinese ha scelto Marotta, che a sua volta ha scelto Conte, per il suo progetto di medio-lungo termine. Conte deve allenare e lo sta facendo, vincere subito (al secondo anno, dopo aver “fallito” l’Europa League due mesi fa) sarebbe una cosa in più. Sta andando tutto come deve andare, in tempi di Covid-19. Tranne per chi vive di polemiche. La nuova versione filosofica di Conte manda in tilt il sistema: non sta facendo capire nulla a livello tattico, ma è ai microfoni che spiazza tutti. I tifosi interisti dovrebbero compattarsi, ora.



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




<!--//<![CDATA[ var m3_u = (location.protocol=='https:'?'https://servedby.publy.net/ajs.php':'http://servedby.publy.net/ajs.php'); var m3_r = Math.floor(Math.random()*99999999999); if (!document.MAX_used) document.MAX_used = ','; document.write (""); //]]>-->

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.