Zaccheroni: “Coronavirus, coppe europee difficili. Serie A? No play off”

Articolo di
26 Marzo 2020, 11:15
Zaccheroni
Condividi questo articolo

Alberto Zaccheroni, intervistato dalla “Gazzetta dello Sport”, ha parlato della situazione lagata al Coronavirus e ha detto la sua sull’eventuale ripresa della Serie A. Ecco le parole dell’ex allenatore dell’Inter riportate dal giornalista Fabio Bianchi

LA QUARANTENA Alberto Zaccheroni, ex allenatore dell’Inter, ha parlato della sua quarantena a causa del Coronavirus: «Sono decisamente poco abituato a stare a casa. Ma devo farlo, dobbiamo farlo. Io che sono sempre stato in giro, mi godo di più la famiglia, l’unico vantaggio di questa situazione drammatica. Mi godo mio padre, che ha 98 anni e sta meglio di me, ma che ho blindato a doppia mandata in casa. Ho la sensazione che la maggior parte di noi qualcosa abbia “preso”. Io stesso, come mia moglie e mio mio figlio, ho avuto sintomi strani mai provati prima: compressione al petto, gonfiori alle palpebre e leggeri mal di testa».

RIPRESA – Il calcio andava fermato prima per il Coronavirus? Questa la risposta di Zaccheroni: «Col senno di poi, sì. Almeno si doveva avere la determinazione di fermarsi già la domenica della partita Parma-Brescia sospesa e poi ripartita, era l’occasione. Un turno in meno di abbracci e contatti tra giocatori chiaramente da evitare. Quando ripartiremo? Prima o poi, e sarà tutto più intenso: i rapporti con la gente, la vita di tutti i giorni, la gioia nel vedere calcio e sport. Ma questa stagione non so come faremo. Soprattutto per le coppe: sarà difficile superare i confini, per la paura reciproca di ricontagio. In campionato se ci sono i tempi ok. Ma i play off no. I risultati finali con dei play off non pianificati in partenza sarebbero ancora più falsati».

Fonte: Fabio Bianchi – La Gazzetta dello Sport.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE