Tavecchio: “Serie A va finita, anche a settembre! Salute importante, ma…”

Articolo di
8 Aprile 2020, 20:46
Tavecchio
Condividi questo articolo

Intervenuto sulle frequenze di TMW Radio, Carlo Tavecchio – ex presidente federale – ha parlato dell’importanza di riprendere con il campionato una volta usciti dalla situazione di emergenza causata dal Coronavirus.

CAMPIONATO DA CONCLUDERE – Per Carlo Tavecchio la cosa fondamentale per il calcio dopo l’emergenza Coronavirus è una: chiudere il campionato di Serie A: «Se si chiude il campionato e non si mantengono gli impegni con la produzione dei diritti TV, avremo un danno quasi irreparabile. Bisogna risolvere la situazione in un modo o nell’altro e anche se la cosa più importante è la salute, il campionato bisogna puntare a chiuderlo, anche durante l’estate. Anche l’UEFA ha sospeso le coppe, ma dice che bisogna finire i campionati a meno di tragedie irrisolvibili. Se i diritti non pagano, è un dramma».

EFFETTO DOMINO – Sempre secondo Tavecchio, se il campionato non dovesse finire, il rischio è un danno economico spaventoso: «Per far riprendere il calcio è fondamentale finire i campionati, arrivando a giocare anche a settembre. Solo così si possono mantenere gli introiti della Serie A. In Serie B ballano 60 milioni che dipendono dalle mutualità, se non arrivano ci sarà un effetto domino che partirà dall’alto fino ad arrivare a valle. Ci saranno da rispettare le distanze, la sanificazione… Il momento è drammatico e duro e il brutto deve ancora venire».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE