Coronavirus, Italia e quarantena: troppi morti. Vaccino e calcio: 2 novità

Articolo di
13 Aprile 2020, 20:56
Coronavirus, Italia e quarantena
Condividi questo articolo

Coronavirus, Italia e quarantena – 13 aprile: è una giornata che conferma i dati in discesa (qui il bollettino), ma altalenanti dell’ultima settimana. In particolare, torna ad alzarsi il numero dei nuovi decessi, mentre calano i contagi. Dichiarazioni importanti su vaccino e calcio

Coronavirus, Italia e quarantena: dati altalenanti, ancora in fase 1

Giovanni Rezza dell’Istituto Superiore di Sanità è stato chiaro: siamo ancora in Fase 1. La fase più critica dell’emergenza potrebbe essere alle spalle, ma il calo non è ancora così evidente da allentare la presa. Oggi, infatti, tornano a salire i nuovi decessi (566), segno di una tragedia che non si placa. Parallelamente, scende il numero di contagi, oggi 1363 e soprattutto in numero di malati in terapia intensiva. E’ il decimo giorno consecutivo che accade.

Coronavirus: si accelera per il vaccino, ma occhio al calcio

E proprio da Giovanni Rezza (qui le sue dichiarazioni) sono arrivate importanti indicazioni per il prossimo futuro. Iniziando dal vaccino: si tratta di una forma vettoriale ed è progettato a Pomezia sulla piattaforma già utilizzata per Ebola. Proprio per questo motivo i tempi potrebbero comprimersi e arrivare, magari, a meno di un anno. Allo stesso tempo, però, il calcio non è sicuro di ricominciare. Rezza indica come ancora non sia arrivato il via libera dal comitato tecnico-scientifico: ripresa a rischio? Occorre attendere e seguire le misure, in attesa di sviluppi decisivi: il calcio non fa eccezione.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE