Coronavirus, Italia e quarantena: Lombardia, salgono i casi. Stop Bologna

Articolo di
27 Maggio 2020, 23:00
Speciale Coronavirus Covid-19 Speciale Coronavirus Covid-19
Condividi questo articolo

Coronavirus, Italia e quarantena – 27 maggio: i dati di oggi (qui il bollettino) evidenziano una nuova risalita dei casi e dei decessi, soprattutto in Lombardia. Fa discutere, inoltre, la sospetta positività in casa Bologna, alle porte delle decisioni per la ripresa della Serie A

Coronavirus, Italia e quarantena: segnali negativi dalla Lombardia

La regione più afflitta dal Covid-19 resta la Lombardia. Dopo un paio di giornate molto positive, i dati tornano purtroppo a risalire. Niente a che vedere con il dramma di qualche settimana fa, ma gli aumenti sottolineano come ci sia ancora da lottare contro il Coronavirus. Sono 584 i nuovi positivi rilevati oggi, di cui addirittura il 65% in Lombardia. Le vittime, invece, tornano a superare quota 100: sono 117.

Coronavirus: Bologna si ferma, la Serie A riparte?

Se la battaglia al Covid-19 purtroppo è ancora attuale, la Serie A sta cercando a fatica di ripartire. Domani potrebbe essere la giornata decisiva per decidere il calendario. Intanto, però, un nuovo stop turba l’apparente serenità ritrovata negli ultimi giorni. Il Bologna si ferma (qui i dettagli), a causa di una nuova sospetta positività nello staff, dopo l’ultima tornata di tamponi. Segno di un calcio che vuole ripartire, ma dovrà farlo con le massime precauzioni.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.