Coronavirus

Coronavirus, Italia e quarantena: 67% a casa. Lockdown fino al 3 maggio?

Coronavirus, Italia e quarantena – 9 aprile: i dati relativi ai contagi non possono lasciare tranquilli (qui il bollettino). Ancora alto il numero di guariti, ma l’intera Nazione piange i tanti deceduti. Giuseppe Conte va verso l’estensione del lockdown fino al 3 maggio

Coronavirus, Italia e quarantena: Contagi ancora alti. Due dati positivi

La curva del contagio non mostra ancora cali decisi. Bisogna mantenere la guardia alta: la battaglia al Coronavirus in Italia e nel Mondo non è ancora vinta. Rispetto a mercoledì, sono 1615 i malati in più, ancora troppi. Come il numero drammatico di decessi: altri 610 morti in 24 ore, in aumento rispetto a ieri. Ci sono comunque due dati positivi: ormai il 67% dei pazienti è a casa. Alto anche il numero di guariti: oggi, infatti, i pazienti che hanno sconfitto il Covid-19 sono 1979 in più.

Coronavirus: misure restrittive prolungate fino al 3 maggio

Alla luce degli ultimi dati, ancora preoccupanti, secondo il Governo è prematuro pensare a una riapertura. Giuseppe Conte è pronto a prolungare le misure restrittive fino al 3 maggio. L’indiscrezione arriva dopo l’incontro con i Sindacati e indica la prudenza che l’Italia dovrà tenere in questa fase. Per martedì, invece, dovrebbe arrivare il nuovo decreto di aprile. Segno di una Nazione ancora in piena battaglia: i sacrifici non vanno vanificati. Occorrono ancora alcune settimane di rigore per contenere il Coronavirus in Italia.

 

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.