Coronavirus

Burioni: “Coronavirus, bravi italiani! Meno contagi al Sud? Tre motivi”

Burioni ha fatto il punto della situazione sull’emergenza Coronavirus. Il noto virologo, ospite negli studi di “Che tempo che fa”, spiega i motivi del numero molto più basso di contagi al sud. Analizza anche i dati

EMERGENZA RALLENTARoberto Burioni analizza le ultime notizie relative al Covid-19: «Gli italiani in gran parte sono stati bravi e responsabili. Sono stati in casa e hanno fatto di tutto per non trasmettere il Coronavirus. I risultati sono molto positivi, ma non li vediamo dai numeri. Sarebbe opportuno, anzi, avere numeri di contagi più affidabili. Gli ingressi in ospedale e terapia intensiva sono meno: stiamo uscendo dall’emergenza terribile che ci ha fatto tremare. Non ci sono date esatte, ma sappiamo che ne usciremo – dice Burioni -. Dobbiamo iniziarci a preparare con le mascherine. Meno contagi al Sud? Non lo sappiamo con precisione. Sono arrivate meno persone o per i tempi in cui sono state dichiarate le misure restrittive. Ma abbiamo una ragionevole speranza: come accade per tutti i virus respiratori, il Coronavirus potrebbe trasmettersi meno in climi miti. Questo vuol dire che i contagi potrebbero diminuire molto d’estate, ma dovremo stare attenti in autunno».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.