Werner-Inter, serve la giusta fretta per anticipare il Liverpool – GdS

Articolo di
12 Maggio 2020, 09:15
Timo Werner RB Lipsia
Condividi questo articolo

L’Inter considera Timo Werner del Lipsia soltanto in caso di partenza di Lautaro Martinez. I nerazzurri non possono muoversi fino ad allora, ma c’è la concorrenza del Liverpool, da tempo sul giocatore, che impone ragionamenti diversi

BAGARRE – La rincorsa a Timo Werner è fatta di incastri, che vanno definiti in fretta. Per l’Inter rischia di diventare un duello, con un rivale fra i più temibili, per potenzialità economiche e appeal. Il Liverpool è un gigante, per batterlo sul tedesco c’è bisogno di giocare d’anticipo. Per questo, nonostante il futuro incerto, la voglia di provare a non perdere Lautaro Martinez, i tempi non possono essere troppo lunghi. Oggi Werner è pronto a decidere il suo futuro, il Lipsia è rassegnato a perderlo (quella clausola da 50-60 milioni li tutela poco), nerazzurri e Reds sono in vigile attesa, bloccati dagli incastri (non ancora scattati). Chi muove prima, può fare breccia.

BALZO IN AVANTI – Il Liverpool lo considera un “upgrade” alla rosa che ha vinto l’ultima Champions League. L’Inter lo ha individuato come “atterraggio morbido” in caso sia impossibile trattenere Lautaro Martinez. Per lo stesso motivo, Werner considera entrambe le destinazioni plausibili. A 24 anni, ma con sette stagioni da titolare alle spalle, il tedesco sa che per continuare l’ascesa gli serve un club che gli garantisca minuti e riflettori.

POCO SPAZIO – In questo senso, forse, meglio l’Inter del Liverpool, dove bisognerebbe coesistere con Mohamed Salah, Sadio Mané e Roberto Firmino. L’idea di Jurgen Klopp era proprio questa: aggiungere il connazionale a quei tre, per aumentare la capacità di fuoco. E non è detto che non avrebbe convinto Werner che un ruolo da co-titolare in quella squadra, non sia da buttar via. Lo stop per coronavirus ha rimescolato il mazzo, contraccolpo economico incluso. Aggiungere un acquisto da 50-60 milioni in un reparto già coperto potrebbe non essere più un’esigenza improrogabile. E così il corteggiamento dei Reds è entrato nelle ultime settimane in una fase di stallo. Occasione da sfruttare per l’Inter.

PARACADUTE – Una “finestra” che si apre e in cui il club di Steven Zhang può provare ad inserirsi, sapendo che il tempismo può essere tutto. La cifra da investire, che potrebbe scendere a 50 milioni (da 60) se il Lipsia non vincerà la Bundesliga, resta allettante per un giocatore che ha davanti gli anni migliori della sua carriera. Giuseppe Marotta e Piero Ausilio, però, non muoveranno se non per rimpiazzare Lautaro. In casa Inter tutti considerano il Toro come “piano A”, ma con realismo fanno i conti con offerte di ingaggio catalane non pareggiabili. Per questo è importante scoprire subito le carte del Barcellona, non trascinare in lungo la questione ed eventualmente far scattare il paracadute Werner.

FRETTA – Il tedesco oggi ha numeri persino migliori di Lautaro (non solo per gol e assist) e aggiungerebbe profondità e velocità. Un buon modo per consolarsi, mantenendo parte della eventuale cifra arrivata dalla Catalogna per rinforzare altri settori o completare il reparto avanzato. Non è facile avere fretta in questo momento, in questo mare di interrogativi che è oggi il calcio italiano ed europeo. Ma forse, all’Inter, servirebbe.

Fonte: La Gazzetta dello Sport – Valerio Clari


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE