Tonali, mix perfetto per l’Inter di Conte: un po’ Barella e un po’ Brozovic

Articolo di
16 Aprile 2020, 18:17
Sandro Tonali
Condividi questo articolo

Tonali è il talento italiano che scatenerà l’asta di mercato tra le big. Inter e Juventus se lo contendono, sebbene non si possano escludere altre società alla finestra, anche straniere. Per il centrocampo di Conte, già caratterizzato dalla presenza di Barella e Brozovic, sarebbe perfetto

L’EREDITÀ – In Italia c’è un calcio che non si ferma mai, semplicemente perché funziona soprattutto in prospettiva. È il caso del calciomercato, che si preannuncia interessante a prescindere da quale sarà l’epilogo della stagione sportiva. Alcuni acquisti vengono preparati in largo anticipo, prima di affondare il colpo una volta entrati nel periodo ideale. L’Inter da tempo opera così e da mesi lavora a un importante innesto in prospettiva sulla linea mediana. A far posto, dal 1° luglio 2020, sarà il classe ’85 Borja Valero, in scadenza di contratto ma senza speranze di prolungamento.

IL SESTO UOMO – Nell’attuale pacchetto nerazzurro, Antonio Conte sa di poter contare su quattro elementi di fiducia. Il regista Marcelo Brozovic (1992), il mediano Nicolò Barella (1997), la mezzala di qualità Stefano Sensi (1995) e il trequartista Christian Eriksen (1992). Nella rosa per la prossima stagione si punta ad avere due novità, una piuttosto “ingombrante” e l’altra – appunto – di prospettiva. A rischio cessione ci sono Roberto Gagliardini (1994) e soprattutto Matias Vecino (1991), mezzali perlopiù di quantità. Si lavora così sul “sesto” a completamento del reparto.

IL MIX PERFETTO – Il nome che da tempo è sul taccuino nerazzurro, come noto, è quello di Sandro Tonali, classe 2000 dal futuro roseo. Il centrocampista del Brescia è un mediano dai piedi buoni, perfetto per colmare una doppia lacuna nel sestetto di Conte. In primo luogo può far rifiatare Barella, con cui è destinato a far carriera anche tra le fila della Nazionale Italiana. In secondo luogo, ancora più importante, può diventare l’alter ego di Brozovic, attualmente senza sostituto. Tonali non manca di corsa, interdizione e visione di gioco, caratteristiche che lo rendono perfetto per entrambi i ruoli.

UN SOLO OSTACOLO – Tonali è un giovane ancora da inquadrare tatticamente. Regista atipico, come Brozovic. Mezzala più simile a Barella che a Sensi. Quest’ultimo destinato ad alternarsi con Eriksen, di cui il bresciano di Lodi ricorda la struttura fisica. Insomma, un profilo che manca al centrocampo di Conte. Non andrebbe a colmare il vuoto lasciato da Borja Valero in termini di esperienza, anzi, svecchierebbe un reparto comunque piuttosto verde. Un po’ Barella, di cui potrebbe bissare l’investimento economico. Un po’ Brozovic, di cui potrebbe diventare l’ombra ideale. Juventus permettendo, Tonali è perfetto per l’Inter di Conte.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE