Calciomercato

Sensi, Vecino e Gagliardini: la situazione delle secondo linee dell’Inter

Sensi, Vecino e Gagliardini sono tre dei centrocampisti dell’attuale rosa dell’Inter, che deve mettere a posto il reparto. Almeno uno dovrebbe andar via in estate. Quale futuro per loro? Analizziamo le singole situazioni delle seconde linee nerazzurre in ottica mercato

MERCATO – L’Inter ha salutato di fatto Achraf Hakimi ed è ancora a caccia di un sostituto. La situazione mercato si potrebbe dunque sbloccare dopo la definitiva cessione del marocchino con Beppe Marotta e Piero Ausilio che intanto si sono messi al lavoro per rinnovare vari contratti (Aleksandar Kolarov, Danilo D’Ambrosio e Andrea Ranocchia) cercando di mantenere l’ossatura della squadra campione d’Italia. Simone Inzaghi ha bisogno di trovare un gruppo compatto su cui lavorare per cercare di replicare il successo della stagione precedente. La voglia della società sarà quello di lottare su tutti i fronti in cui i nerazzurri saranno impegnati, ovvero Champions League, Serie A e Coppa Italia. Per farlo c’è bisogno di una rosa profonda e ben strutturata. Ecco perché le seconde linee dovranno essere la vera arma in più. Stefano Sensi, Matias Vecino e Roberto Gagliardini, ecco qual è la situazione dei centrocampisti.

Sensi, Vecino, Gagliardini. Uno dei tre partirà?

SENSI – Saltato Euro 2020 per l’ennesimo infortunio muscolare, Sensi è sicuramente una delle “delusioni” dell’Inter che lo aveva prelavato dal Sassuolo su volere di Antonio Conte mettendolo fin da subito al centro del progetto. I tanti problemi fisici ne hanno condizionato le prestazioni con l’Inter (e i suoi tifosi) che ne hanno apprezzato solo a tratti le qualità. Il centrocampista ha mercato –Fiorentina interessata (vedi focus) – ma l’Inter avrebbe in mente di tenerlo e continuare a puntarci anche visti i tre anni di contratto rimanenti.

VECINO – Discorso abbastanza analogo per Vecino. Anche l’uruguaiano è stato fuori per molto tempo ma prima Luciano Spalletti e poi Conte avevano creduto in lui schierandolo più volte titolare. L’uomo della Champions sta disputando un’ottima Copa America con la sua Nazionale e il Napoli di Spalletti è alla finestra anche visto il contratto in scadenza nel 2022. Decisivo potrebbe essere il ritiro pre-campionato con Inzaghi che lo valuterà e potrebbe chiedere, in caso di responsi positivi, il rinnovo alla società.

GAGLIARDINI – Capitolo Gagliardini. Dopo essere stato protagonista del primo anno di Conte, il numero 5 nerazzurro nella seconda stagione è stato relegato spesso in panchina per far spazio a Christian Eriksen al fianco di Marcelo Brozovic e Nicolò Barella. Con l’arrivo di Hakan Calhanoglu le porte sembrano ancora più chiuse e il contratto in scadenza nel 2023 potrebbe far gola a qualche squadra alla ricerca di un centrocampista incontrista e di inserimento. Molto probabilmente uno dei tre lascerà Milano confermando di fatto la permanenza degli altri due. Questo sarà valutato da Inzaghi a cui spetterà l’ultima parola dopo il ritiro pre-campionato.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button