Perisic via dall’Inter nel valzer cessioni? Conte lancia un messaggio chiaro

Articolo di
16 Settembre 2020, 09:46
Condividi questo articolo

Il futuro del croato resta avvolto nell’incertezza. Ieri Conte l’ha schierato come esterno a sinistra nel secondo tempo dell’amichevole contro il Lugano. La sua figura sembra in odor di partenza, ma lo scenario è molto più complesso di quel che sembra

TRAFFICO – L’amichevole contro il Lugano ha segnalato alcune cose sulla versione 2020/21 dell’Inter di Antonio Conte. L’allenatore pugliese ha lanciato un segnale inequivocabile: il mercato rischia di ingolfarsi senza le dovute cessioni. La lista è molto lunga, abbiamo provato a fare chiarezza in questo articolo. Non troverete né Ivan PerisicRadja Nainggolan nel pezzo linkato. Per due motivi principali: Conte non li ritiene esuberi della rosa e dal mercato, al momento, non sono arrivate offerte soddisfacenti. Entrambi sono stati impiegati dal tecnico pugliese nel match di ieri contro gli svizzeri, terminato 5-0 in favore dei nerazzurri. Perisic soprattutto si è reso protagonista di un buon secondo tempo, come esterno di sinistra a tutta fascia.

GLI SCENARI – Sul fronte uscite, il mercato dell’Inter fatica a sbloccarsi per motivi diversi. Con questo stato di cose, non è detto che arrivi il famigerato esterno sinistro dalla terra di Albione, sia esso Marcos Alonso o Emerson Palmieri. Dalbert e Asamoah restano, al momento, le alternative marginali su quella corsia. Il brasiliano pare destinato all’Atalanta, ma la trattativa è ancora in alto mare (QUI gli ultimi aggiornamenti). Discorso simile per il ghanese, ieri addirittura escluso dal test-match. Ashley Young, invece, è stato utilizzato sulla corsia opposta a quella di sua solita competenza. Questo fa pensare che i nerazzurri, nel caso in cui non riuscissero a cedere Dalbert e Asamoah, potrebbero tenersi stretto proprio Perisic; per avere in ogni caso un’opzione di rilievo in quel ruolo. In tal senso, le prossime amichevoli daranno qualche indicazione in più.

PERMANENZA? – Tuttavia, anche in caso di doppia cessione fulminea, le porte della permanenza per il croato potrebbero non essere definitivamente chiuse. Arrivare ad uno tra Marcos Alonso ed Emerson Palmieri non sarà semplice. In più, il vero nodo cessioni non riguarda soltanto il sovraffollamento in fascia; ma i pesanti ingaggi di altri elementi sparsi per la rosa. Diego Godin su tutti. Ecco perché Perisic potrebbe restare una risorsa succulenta per Antonio Conte. Le dinamiche del mercato, ovviamente, impediscono ragionamenti troppo netti su un profilo border-line come Perisic. Ma l’impressione è che la sua avventura all’Inter potrebbe non essere terminata con l’amichevole di ieri.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE