Perisic in un anno passa da essere risposta a CR7 a superato da Dalbert – GdS

Articolo di
11 agosto 2019, 09:48
Ivan Perisic Inter-Roma

La “Gazzetta dello Sport” sottolinea il cambiamento della considerazione di Perisic da una stagione all’altra. Il croato andrà al Bayern.

ADDIO – La certificazione della fine di un ciclo. E anche il modo più semplice ma altrettanto diretto di mettere fine alla questione più spinosa degli ultimi anni in casa Inter. Dopo Icardi fuori dal progetto, anche Ivan Perisic saluta, non senza rimpianti per quello che poteva essere e non è stato.Il nuovo ciclo di Antonio Conte ripartirà senza i due grandi protagonisti dello strappo all’interno dello spogliatoio della scorsa stagione, che ha rischiato di avere ripercussioni anche nella volata Champions. L’Inter ha trovato l’accordo con il Bayern per la cessione dell’esterno croato in prestito oneroso da 5 milioni, più un diritto di riscatto fissato a 25 milioni.

UN ANNO TURBOLENTO – Nel calcio le cose cambiano rapidamente e gli ultimi dodici mesi di Perisic ne sono la prova. L’estate scorsa Ivan dominava in Russia con la sua Croazia, portata fino a una storica finale mondiale. E Perisic era anche diventato un ambasciatore nerazzurro nel grande corteggiamento a Luka Modric, il sogno interista del mercato 2018. La sua importanza nel progetto tecnico di Luciano Spalletti non è mai stata messa in discussione, e forse neanche la sua leadership. E il tecnico toscano si spinse anche oltre, caricando il croato di una ulteriore responsabilità: «Perisic è la nostra risposta all’arrivo di Ronaldo alla Juve. Per caratteristiche fisiche è l’unico in Italia che ha quella forza lì». Sei mesi dopo, nel gennaio 2019, Perisic si presentò in sede per chiedere la cessione. Per molti fu un fulmine a ciel sereno, ma anche la prova che qualcosa nello spogliatoio nerazzurro si era irrimediabilmente rotto.

LA BOCCIATURA – L’arrivo di Conte sembrava poter ridare a Perisic una nuova vita in nerazzurro, ma è stata soltanto un’illusione di un paio di settimane. Nella testa dell’ex c.t. il croato doveva essere l’esterno mancino a tutta fascia, ma le risposte arrivate dal campo non sono state soddisfacenti e la bocciatura è stata inevitabile. Passare da risposta nerazzurra a CR7 ad essere sorpassato da Dalbert non deve essere stato facile da digerire per Perisic, che già di suo ha un carattere tutt’altro che semplice da gestire. Conte lo ha scaricato in fretta e lui evidentemente ha aspettato una proposta dalla Premier, la sua destinazione preferita. Non è un caso infatti che l’accelerata col Bayern sia arrivata proprio all’indomani della chiusura del mercato inglese.

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE