Pedullà: “Inter, Rafinha aspetta! Non solo Nainggolan da Roma. Cancelo…”

Articolo di
28 maggio 2018, 23:10
Pedullà

Alfredo Pedullà – giornalista ed esperto di mercato -, durante il momento social di “Aspettando Calciomercato” su Sportitalia, fa il punto sul mercato dell’Inter, in particolare sulle trattative che riguardano il centrocampo: da Rafinha a Nainggolan, passando per Strootman e Barella, senza dimenticare l’altro “desaparecido” Cancelo

RAFINHA E CANCELO – Dà qualche speranza Alfredo Pedullà sui riscatti da “posticipare” a luglio: «Per Rafinha bisogna solo avere un po’ di pazienza: c’è la volontà del diretto interessato di tornare a Milano e quella dell’Inter di frenare un po’ a causa delle cose che deve sistemare. Giugno è il mese dell’aggiustamento dei paletti del Fair Play Finanziario, non c’è necessità di fare tutto subito. L’Inter ha incassato la volontà di Rafinha di restare e la trattativa con il Barcellona si può fare con un’altra formula, mentre per Joao Cancelo è più complicato, anche se non chiuderei tutte le porte… La valutazione di Cancelo ora è salita e, mentre Rafinha è stato chiaro sul voler restare all’Inter, il portoghese è ondivago: si è trovato bene all’Inter e con Luciano Spalletti, che potrebbe farlo migliorare ulteriormente, ma si rende conto che ci possono essere altre proposte per lui, perché per un terzino, che è merce rara oggi, alcuni club si possono spingere oltre la cifra fissata in estate dal Valencia. Cancelo può rientrare nei piani della Juventus, ma non è così vicino come Matteo Darmian, che vuole rientrare in Italia».

OCCHI SULLA ROMA – «Il primo nome della lista di Spalletti è per distacco Radja Nainggolan, vediamo cosa deciderà la Roma: se l’Inter ha preso tempo per l’investimento a centrocampo è perché vuole andare a prendere il meglio accontentando Spalletti. Prima Nainggolan e poi Kevin Strootman, che sono due investimenti importanti, ma anche per Nicolò Barella il Cagliari chiede non meno di 35-40 milioni… Se la Roma decidesse di cedere uno dei due, in quest’ordine, l’Inter non si farebbe trovare impreparata, ma finché Nainggolan non cambierà idea sul restare a Roma è inutile parlarne. Per Spalletti è Nainggolan il prototipo del centrocampista perfetto perché può usarlo in tutti i ruoli in mezzo al campo e con lui ha reso tantissimo, non come l’ultima stagione: è un paletto che ha fissato sul mercato. L’Inter non punta, fa giustamente dei sondaggi: deve prendere due centrocampisti, può prenderne uno grande già consacrato e un talento da consacrarsi ulteriormente. Si parlava di Josip Ilicic, che ora è stato tolto dal mercato dall’Atalanta, ma ogni incontro di mercato dell’Inter non dev’essere tramutato in trattativa… Può darsi che torni Rafinha, arrivi un altro e poi alla fine prenda anche un centrocampista giovane: mi aspetto due-tre mosse in mezzo al campo dall’Inter».







ALTRE NOTIZIE