Palmeri: “Icardi come Tevez, Conte non più convinto! Inter-Lukaku, offerta”

Articolo di
3 luglio 2019, 08:16
Tancredi Palmeri

Tancredi Palmeri – giornalista di BeIN Sports e tifoso interista -, nel consueto editoriale del mercoledì per il portale “Tutto Mercato Web”, tratta il doppio argomento di mercato, tra l’altro incastrato, che riguarda l’addio di Icardi all’Inter per prendere Lukaku

OFFERTA PER LUKAKU – L’editoriale di Tancredi Palmeri apre con le cifre dell’affare per il centravanti belga: “Il Manchester United non ci sente a considerare Romelu Lukaku con il prezzo da 60 milioni di euro […] Ma lo United è giustamente padrone e, se non vuole vendere – o non vuole farlo a quelle cifre -, la legge la fa il club. Quindi 70 milioni è il prezzo chiesto, ma non solo, perché lo United nella situazione delicata in cui si trova sa bene che non può perdere Lukaku e non avere nessuna alternativa in mano, pena la gogna dei tifosi […] La novità è che l’Inter ha receduto e ha raggiunto la cifra richiesta: 70 milioni. Però a una formula su cui lo United potrebbe fare storie: non ovviamente un prestito con diritto, ma un prestito biennale di 10 milioni per anno con obbligo di riscatto a 50 milioni“.

TELEFONATA DI CONTE – Non può mancare un’osservazione di Palmeri sulla situazione legata al futuro dell’ex capitano dell’Inter: “Lo United non sembra felicissimo, ma tutto dipende soprattutto dal possibile sostituto. Che non è mai stato e non è Mauro Icardi. Anche perché l’ex capitano non vuole andare via. […] Icardi se la vuole giocare, per una questione di principio e orgoglio. E poi si vedrà. Antonio Conte non sa come muoversi in questa situazione: la società vuole che Icardi vada, Conte abbozza, ma in cuor suo non ha nulla contro il giocatore. Infatti nella famosa telefonata prima delle vacanze, Conte avrebbe detto apertamente al capitano di non avere personalmente nulla contro di lui”.

ICARDI COME TEVEZ – Palmeri utilizza un parallelismo storico: “C’è un esempio in passato, quando la Juventus comprò Carlos Tevez. In molti prepararono le orazioni funebri alla serenità di squadra, avvisando che un maniaco della disciplina come Conte sarebbe esploso con Tevez […] Morale della favola: Conte attese di poter verificare di persona, poi di presenza constatò la totale professionalità di Carlitos, e finì per aiutarlo a esprimere una delle migliori stagioni in carriera. A Conte interessano quelli bravi, e che portano risultati. E i 111 gol in 188 partite di Serie A sono il dubbio che gli sorge nel vedere Icardi venduto”.

Fonte: Tutto Mercato Web – Tancredi Palmeri

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE