Oggi è il giorno di Modric: incontro con Perez, spiegherà i suoi motivi – GdS

Articolo di
8 agosto 2018, 09:58
Perez Modric

Oggi è la giornata decisiva della trattativa Modric. La “Gazzetta dello Sport” spiega che il croato spiegherà a Florentino Perez che per lui è una questione di stimoli.

GIORNO DECISIVO – Luka Modric ha le idee chiare sul suo futuro a Milano. E oggi le esporrà a Florentino Perez nel summit tanto atteso. Nella testa del fuoriclasse croato la parola Inter è ben impressa e tutti sono curiosi di vedere quale sarà la reazione dell’orgoglioso presidente del Real. In casa nerazzurra nessuno vuole avventurarsi in frettolose previsioni ottimistiche: piuttosto sono tutti consapevoli del fatto che il faccia a faccia madrileno non ammette vie di mezzo. O il presidente galactico chiude in fretta la pratica e spegne le speranze interiste oppure comincia davvero a prendere corpo una storia che in queste settimane ha già alimentato mille speranze.

COME CR7 – Il fresco precedente di Cristiano Ronaldo per un verso incoraggia Modric, ma allo stesso tempo può rappresentare un tappo. La logica dice che Florentino non può privarsi in contemporanea dei suoi due giocatori migliori. La tifoseria rischia di prenderla male. Ma tra Modric e il numero uno blanco c’è un rapporto speciale, una stima cresciuta negli anni. Anche per questo motivo Modric nei giorni successivi alla terza vittoria della Champions aveva espresso al presidente il desiderio di cambiar vita, di cercare altrove nuove sfide. E in quei frangenti Perez si era lasciato scappare una promessa che ora il croato ritiene di poter incassare.

QUESTIONE DI STIMOLI – Oggi Modric spiegherà al suo attuale datore di lavoro che il suo feeling con l’Inter non nasce per motivi economici. Grazie anche alla spinta dei suoi compagni di nazionale Vrsaljko, Brozovic e Perisic ritiene di trovare ad Appiano l’ambiente miglior per aprire un nuovo ciclo. Non è un caso che Luka si presenti all’appuntamento da solo. Tanto per citare CR7 va ricordato che all’atto della separazione c’è stato un gelido incontro tra Jorge Mendes (agente del portoghese) e José Angel Sanchez, numero due madridista. Ciò la dice lunga sulla differente qualità dei rapporti. Nel calcio, però, non sempre la mozione degli affetti basta a spiegare le vicende di mercato.






ALTRE NOTIZIE