Mercato Inter – Punto sulle trattative aggiornate al 19 gennaio

Articolo di
19 gennaio 2016, 03:01
mercato

Mercato. Inter. Mercato e Inter: due concetti semplicissimi, di nuovo in simbiosi in questo periodo. La finestra invernale del calciomercato si è aperta ufficialmente e attraverso la rubrica “Mercato Inter” di Inter-News.it, i lettori verranno aggiornati quotidianamente su tutte le trattative condotte da Piero Ausilio che interessano i nerazzurri di Erick Thohir, sia in entrata sia in uscita: Roberto Mancini aspetta novità

IN ENTRATA – Interessanti novità da Crotone, dove la coppia Ausilio-Mirabelli ha osservato diversi prospetti: promosso il difensore Eloge Koffi Yao Guy (in prestito, ma che potrebbe essere riscattato dal Crotone e contro-riscattato dall’Inter), ma occhio anche al compagno di reparto Gianmarco Ferrari (scuola Parma) e all’attaccante Ante Budimir (in prestito dall’St. Pauli). Si tratta, ovviamente, di trattative per il futuro, come quella per il portiere Lovre Kalinic in forza all’Hajduk Spalato, ma ormai vicino al Besiktas. Per il presente, invece, spunta un nuovo nome per la difesa: il belga Noe Dussenne del Mouscron-Peruwelz. Dal Genoa, invece, viste le difficoltà per Armando Izzo, la novità potrebbe essere Sebastian De Maio, già adocchiato lo scorso inverno. Sempre da Genova, ma sponda Sampdoria (che nel frattempo ha praticamente chiuso per il difensore Thomas Heurtaux, in arrivo dall’Udinese e cercato anche dall’Inter per il post-Ranocchia), Roberto Soriano ed Eder lanciano messaggi d’amore verso l’Inter, che aspetta prima di incassare e poi di definire le proprie priorità: Ezequiel Lavezzi è il sogno, ma le ultime vedono sempre più complicato che l’affare vada in porto a gennaio. Se ne riparlerà in estate a parametro zero (nonostante l’interesse del Manchester United), quando dal Paris Saint-Germain potrebbe essere in uscita anche Edinson Cavani: l’uruguaiano sì che sarebbe un sogno, fin troppo costoso e quindi solo una boutade, per ora. Dall’estero, intanto, arriva una tripla chiusura: Domenico Criscito non lascia lo Zenit San Pietroburgo, mentre da Manchester Pablo Zabaleta e Yaya Touré fanno sapere che a gennaio non si muovono dal City, ma che in estate sono pronti ad ascoltare l’offerta dell’Inter (e delle altre interessate). Ancora notizie discordanti dall’Argentina: Jonathan Calleri, passato dal Boca Juniors al Deportivo Maldonado (con una mediazione “poco chiara” da parte di un fondo arabo), non sarebbe più sotto il controllo dell’Inter. Probabile che se ne riparlerà direttamente in estate, quando la telenovela sarà meno fresca. Nessun riscontro, invece, per Marco Borriello del Carpi: avvicinato all’Inter come vice-Icardi, non rientra nei piani nerazzurri. Infine, ancora novità sull’asse Genova-Torino: la Juventus avrebbe offerto 9 milioni alla Sampdoria per Federico Bonazzoli. Adesso l’Inter ha due possibilità: pareggiare l’offerta e riportare Bonazzoli a casa oppure incassare circa 3 milioni, come da accordi presi un anno fa, lasciando l’attaccante classe ’97 ai bianconeri.

IN USCITA – E’ ufficiale la rescissione di Nemanja Vidic: lascia l’Inter in maniera consensuale. Non si libera nessun posto in mezzo alla difesa, visto che il centrale serbo era già stato escluso dalla lista dell’Inter, pertanto affinché arrivi un nuovo innesto sarà necessario anche l’addio di Andrea Ranocchia. Il centrale umbro, nonostante le numerose richieste ricevute, ha scelto la sua nuova destinazione: il Milan. Manca l’accordo con l’Inter, che è disposta a cederlo in prestito con obbligo di riscatto, ma i cugini rossoneri non sembrano volersi spingere oltre il prestito con diritto di riscatto. Da segnalare, sempre nel pacchetto arretrato, il no dell’Inter alla proposta della Roma per Juan Jesus: troppo bassa, l’Inter chiede la doppia cifra e non accetta il prestito. Conferme, ma ancora nessuna ufficialità, sull’approdo di Federico Dimarco all’Ascoli: tutto pronto per il prestito, manca solo l’OK dell’Inter (che perderebbe un pezzo da novanta per gli impegni della Primavera). Tra le partenze, è imminente quella di Dodò in direzione Sampdoria: domani dovrebbe svolgere le visite mediche di rito, oggi infatti non farà parte della spedizione napoletana dell’Inter. A Genova andrà anche Assane Gnoukouri, che però terminerà la stagione sull’altra sponda: il passaggio al Genoa è ormai cosa fatta, ma manca l’OK sulla formula. Si parla di un prestito di diciotto mesi. Occhi puntati su Fredy Guarin: sono ore calde per il suo addio all’Inter. I cinesi dello Jiangsu Suning hanno alzato l’offerta, portandola a 18 milioni, e non è detto che non possano spingersi ancora oltre. In aumento anche l’ingaggio Guarin stesso, che percepirebbe oltre 7 milioni annui. A Guarin l’idea di giocare in Cina non piace, ma il suo agente, Marcelo Ferreyra, sta lavorando proprio per fargli accettare la ricca proposta, consapevole di non aver altre offerte in mano. Sul fronte Stevan Jovetic, invece, dopo la smentita di un ritorno alla Fiorentina, spunta il Galatasaray: nonostante tutto, l’addio anticipato all’Inter non sarebbe in programma.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE