Marchetti: “Inter, Messi non fa parte delle strategie! Ndombele-Skriniar…”

Articolo di
25 Agosto 2020, 19:54
Luca Marchetti Luca Marchetti
Condividi questo articolo

L’Inter ha confermato Conte anche per la prossima stagione (vedi articolo), così come Ausilio e Marotta (vedi articolo). Secondo Luca Marchetti – intervenuto nel corso della diretta di “Sky Sport 24” – il club ha dimostrato forza e continuità. Sul mercato il sogno Messi (QUI le ultime sull’argentino) non è la priorità dei nerazzurri

MOVIMENTI – L’Inter, dopo la conferma di Antonio Conte, agirà sul mercato per rinforzarsi. Luca Marchetti spiega le dinamiche nerazzurre: «Mercato oculato non significa che non ci saranno investimenti ma investimenti che andranno di pari passo con la crescita dell’Inter. Achraf Hakimi è un grande colpo, Kumbulla e Tonali sono due giovani di prospettiva seguiti dall’Inter, che se avrà possibilità andrà a prenderli. Poi chiaramente dipenderà dalle cessioni. C’è comunque un gap, l’Inter ha avuto introiti dall’Europa League. Il club nerazzurro sta cercando di mettere in piedi lo scambio Ndombele-Skriniar con il Tottenham. Lo scorso anno ha fatto uno sforzo in più sul mercato, quest’anno cercherà di fare un mercato per migliorarsi».

SOGNO Lionel Messi è un sogno per l’Inter, ma al momento non una priorità spiega Marchetti: «Forse il termine investimento oculato è riferito a Messi che è una cosa che non riguarda le strategie dell’Inter, non penso si sia parlato di Messi oggi nel maxi vertice con Conte ma di questi step di crescita. E’ fondamentale il passaggio del non obbligo della vittoria, Conte ha sempre parlato di step di crescita. Questo comporta che l’Inter non abbia l’obbligo della vittoria. L’Inter proverà a sfilare lo scudetto alla Juventus ma non sarà un termometro per misurare la stagione dell’Inter. Fare una sintesi dello strappo di Conte con la dirigenza è stato un grande messaggio da parte della proprietà. Le situazioni di confronto ci sono dappertutto, l’Inter ha avuto la grande forza di mettere seduti attorno a un tavolo i diretti interessati e arrivare a una decisione condivisa. E’ un’Inter più consapevole e soprattutto sapere che non è stato interrotto un processo di crescita, continuare su una strada intrapresa è un sinonimo di completezza».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE