L’Inter vuole stringere per Barella, il Cagliari chiede tre contropartite – CdS

Articolo di
10 giugno 2019, 11:07
Barella

Il “Corriere dello Sport” fa il punto della trattativa Barella. Inter e Cagliari devono ancora venirsi incontro. Le contropartite richieste sono Esposito, Bastoni e Eder.

INTERESSE CONCRETO – L’Inter continua a lavorare per arrivare a Barella. Il cagliaritano è da tempo nei radar dei dirigenti di corso Vittorio Emanuele, ma la trattativa ha “cambiato passo” da un mese e mezzo a questa parte, ovvero da quando Antonio Conte ha sposato il progetto interista. L’ex ct lo considera un elemento imprescindibile per la campagna di rafforzamento perché, esattamente come Marotta, anche lui vuole puntare su una squadra più italiana e Barella può far parte di questo gruppo a lungo. Oggi in Lega o in settimana (probabilmente) Marotta e Giulini si vedranno per provare ad avvicinare una fumata bianca che, dopo il faccia tra i ds Ausilio e Carli di mercoledì, non è ancora dietro l’angolo, ma che prima o poi arriverà. Perché Barella vuole l’Inter, l’Inter vuole Barella e pure il Cagliari ha deciso di regalare al suo gioiellino la possibilità di indossare la maglia di una grande.

VALUTAZIONE ALTA – Il club sardo da tempo ha dato una valutazione precisa a Barella: 50 milioni. E quella è la cifra alla quale il centrocampista partirà. Non un euro meno. Anche perché a gennaio il Napoli era arrivato a toccare “quota 50” inserendo delle contropartite tecniche. In inverno però Giulini aveva scelto di tenersi stretto il ragazzo che negli ultimi 5 anni, con lui alla presidenza, è cresciuto in maniera esponenziale e, d’accordo con Nicolò e il suo agente Alessandro Beltrami, aveva stabilito di rimandare la cessione all’estate. Adesso i tempi sono maturi, ma sulla valutazione totale il numero uno rossoblù non ha intenzione di fare sconti. L’Inter invece non è ancora entrata nell’ordine d’idee di mettere sul tavolo così tanti soldi e, siccome in corso Vittorio Emanuele hanno ipotizzato un’offerta complessiva da 35 milioni più bonus, la fumata bianca non sarà immediata.

CONTROPARTITE – Il Cagliari non si aspetta di ricevere solo contanti, perché sa bene che un simile investimento cash per l’Inter sarebbe complicato, e non ha nemmeno fretta di vendere Barella prima del 30 giugno. Giulini ha individuato le contropartite tecniche in Eder, alle prese con la “saudade” dell’Italia (arriverà in prestito con lo stipendio in buona parte pagato), Bastoni ed Esposito. Il club rossoblù ha una forte anima italiana (3 i convocati dal ct Mancini ad Atene: solo la Juventus ne aveva di più) e vorrebbe sia Bastoni sia Esposito a titolo denitivo, ma Marotta e Ausilio non intendono perderne il controllo dei due. Per questo va individuata la formula giusta, un gentlemen agreement come succedeva già negli anni in cui diritto di recompra non esisteva. La sensazione è che per trovare una quadratura dell’affare ci sia da lavorare ancora un po’, ma anche magari alla ne dell’Europeo Under 21, Barella si vestirà di nerazzurro.

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE