Kanté non può essere messo in ballottaggio con nessuno: Inter senza piano B

Articolo di
30 Agosto 2020, 23:16
Kanté Photo 183390664 © Cosmin IftodeDreamstime.com
Condividi questo articolo

Kanté è il nome più interessante per rinforzare il centrocampo dell’Inter. Un vero sogno di mercato per via delle caratteristiche e soprattutto dei costi. Il francese è un pupillo di Conte, che è disposto a stravolgere la sua idea tattica in caso di arrivo a Milano

PROFILI MONITORATI – Nelle ultime ore sul mercato dell’Inter sono state avanzate diverse ipotesi, in particolare per il centrocampo. Dall’addio alla pista Sandro Tonali (Brescia) all’ipotesi Arturo Vidal (Barcellona), passando per l’opzione Tanguy Ndombelé (Tottenham). I nomi sono ciclici ma in realtà ce ne sono altri. E ce ne saranno ancora, perché la società nerazzurra finalmente sta lavorando in silenzio senza lasciare tracce. Il punto in comune tra i tre centrocampisti citati è che rappresentano tre profili di centrocampista completamente diversi. Oltre ad avere prezzi diversi, ma questo è un dettaglio che non importa nelle valutazioni tecnico-tattiche fatte da Antonio Conte per il reparto mediano. L’Inter sta facendo le sue valutazioni e, anche in base alle uscite (vedi articolo), affonderà il colpo su uno o più centrocampisti con caratteristiche complementari.

PIANO A(SSOLUTO) – Se c’è un nome che non rientra in questo pacchetto, beh, quello è N’Golo Kanté (Chelsea). Il classe ’91 francese non è in nessun discorso di mercato che riguarda tutti gli altri. La richiesta di Conte è nota, la posizione dell’Inter anche: se c’è la possibilità di portare Kanté a Milano, ci si prova in tutti i modi. Operazione tutt’altro che facile, perché da Londra non arrivano sconti. E non hanno intenzione di rinunciare al miglior incontrista in circolazione. L’Inter spera che sia Kanté a imporsi per andare via e ricongiungersi con Conte, pertanto si segue la pista dell’occasione di mercato. No, Kanté non è alternativo a Vidal né al connazionale Ndombelé. E non c’entra(va) nulla con Tonali, se non per la questione economica. L’investimento pesante su Kanté potrebbe essere fatto se venissero create le condizioni, altrimenti l’Inter continuerà a ragionare sugli altri nomi. Per Kanté non è previsto un piano B: un profilo unico nel suo genere e l’unico che può davvero stravolgere il mercato dell’Inter, compresa l’idea tattica di Conte.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE