Calciomercato

Inzaghi vuole un altro attaccante per l’Inter: vietato procedere d’impulso

Simone Inzaghi è stato chiaro, l’Inter ha bisogno di un altro attaccante entro la fine del mercato. Ciò non significa però che qualsiasi nome vada bene.

SLOT DA RIEMPIREChe l’Inter abbia un reparto attaccanti incompleto non è propriamente corretto. Tuttavia, in presenza di determinate congiunture, Simone Inzaghi rischia di trovarsi con gli uomini contati. E lo si è visto anche sabato, alla prima contro il Genoa. Con Lautaro Martinez squalificato e Alexis Sanchez fuori per infortunio, il partner di Edin Dzeko era Stefano Sensi. E il primo cambio dalla panchina Martin Satriano (con Andrea Pinamonti esautorato per motivi di mercato). Motivo per cui il nuovo allenatore, oltre al 9 bosniaco, ha dichiarato che arriverà un altro attaccante. A patto che le condizioni lo favoriscano.

Inter: vietato farsi prendere dalla frenesia per il nuovo attaccante di Inzaghi

SHORTLIST OFFENSIVA – A sette giorni dalla chiusura del mercato, e dopo tante voci più o meno veritiere, la rosa di attaccanti cercati dall’Inter si è ormai ristretta. I nomi forti sono due: Andrea Belotti del Torino e Joaquin Correa della Lazio. C’era anche Marcus Thuram, che avrebbe tutte le caratteristiche giuste per inserirsi nel gioco di Inzaghi (vedi focus) e arriverebbe alle condizioni migliori. Ma l’infortunio col Borussia Monchengladbach di sabato l’ha messo da parte. Il Tucu è un pupillo del tecnico nerazzurro, e ha più di una parola dalla società di viale della Liberazione (vedi aggiornamento). Entrambi non arriverebbero per cifre esigue: si parla di oltre venti milioni per il capitano granata e di trenta-trentacinque per l’argentino.

NESSUNA FRENESIA – L’importante è non farsi tuttavia prendere dalla frenesia, onde evitare di sprecare le (poche) risorse disponibili per gli ultimi giorni di mercato. L’Inter e Inzaghi hanno bisogno di un profilo particolare di attaccante, che Thuram e Correa riflettono bene (ognuno a modo loro). Meno Belotti, una suggestione che sta scalando sempre più le gerarchie nelle ultime ore. Anche perché non conta solo l’aspetto tecnico, bensì quello economico. Il profilo del prossimo attaccante nerazzurro dev’essere di elevata caratura, per garantire gol, ma anche futuribile al punto giusto per non impattare negativamente a bilancio.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button